La Champions League 2019/2020 è pronta ad aprire i battenti con la prima giornata della fase a gironi. Oltre ad essere il palcoscenico per vedere all’opera i migliori calciatori al mondo la competizione per club più prestigiosa d’Europa sarà anche la vetrina per tanti promettenti giovani che si misureranno con quanto di meglio possa proporre al momento il panorama calcistico internazionale. Uno dei più attesi tra questi è il terzino brasiliano classe 2001 Luan Candido acquistato dal Lipsia lo scorso marzo anticipando la concorrenza di numerosi top club europei tra cui la Juventus.

Fisico, tecnica e un mancino d’oro: Luan Candido, il ‘nuovo Marcelo’

Il giocatore nato a Ubà, nello stato del Minas Gerais, il 2 febbraio del 2001, considerato in patria il “nuovo Marcelo”, arrivato per una cifra vicina agli 8 milioni di euro dal Palmeiras ha firmato con i tedeschi fino al giugno 2023. Si tratta di un terzino sinistro dalle grandi qualità fisiche (187 cm x 76 kg), atletiche (la velocità è la sua arma migliore) e tecniche (abile nel dribbling e nel crossare), dotato di un mancino potente e preciso che spesso e volentieri ha risolto qualche partita in equilibrio nella squadra “B” del Verdão. Si tratta inoltre di un calciatore molto versatile dato che durante la sua breve carriera, Luan Candido è già stato schierato in diversi ruoli, dalla difesa al centrocampo passando perfino da esterno d’attacco.

♥️

A post shared by Luan (@luan06almeida) on

Da ‘scoperta’ di Scolari al gol nel Sub 20

In prima squadra al Palmeiras lo ha portato Luiz Felipe Scolari, l’ultimo ct a regalare la Coppa del Mondo al Brasile, che dopo la “proficua” esperienza nel campionato cinese è rientrato in patria, alla guida del club di San Paolo che ha condotto immediatamente alla vittoria del “Brasileirão”. Sono però le sue prestazioni con la maglia della nazionale verdeoro nel Sub 20 (nel quale sigla anche un gol contro l’Uruguay) ad attirare l’attenzione su di lui dei grandi club europei.

Lipsia: bruciata la concorrenza di Juve, Milan e City

Già nel 2018 era stato monitorato più volte dal Manchester City di Pep Guardiola, sempre molto attento ai migliori talenti mondiali, ma anche altre società europee, tra cui la Juventus e il Milan, posato gli occhi su di lui. Alla fine, però, a spuntarla è stato l’ambizioso Lipsia che ha bruciato la concorrenza anticipando l’operazione e annunciando il buon esito dell’affare con tanto di posa sui social con la nuova maglia. E adesso il giovane Luan Candido è pronto a confermare le grandi aspettative in Bundesliga e soprattutto nella Champions League, da anni “habitat naturale” di quel Marcelo di cui viene considerato l’erede.