La serata di Fabio Quagliarella. Dopo aver sfiorato il gol contro la Finlandia pur essendo entrato nel finale, l'attaccante della Sampdoria lo ha trovato per due volte questa sera contro il Liechtenstein. La Nazionale gioca a Parma (ore 20.45) la seconda partita di qualificazione a Euro 2020, per l'occasione il ct Roberto Mancini ha attuato il turnover cambiando buona parte della squadra vista all'opera a Udine. Il modulo è sempre lo stesso (il 4-3-3), sono variati gli interpreti: un bel po' di giovani accompagnati da due veterani come Leonardo Bonucci in difesa e la punta dei liguri in attacco, che in Azzurro è tornata vestendo i panni del bomber (è in cima alla classifica marcatori in Serie A) e al ‘Tardini' s'è tolto un'altra, piccola soddisfazione personale: ovvero, diventare il giocatore più anziano a segnare con la maglia della Nazionale. Lo ha fatto al 34° e al 45° del primo tempo quando ha realizzato i calci di rigore che hanno portato il match sul 4-0.

Quagliarella batte il record che appartiene a Panucci

A 36 anni compiuti, Quagliarella è riuscito a far gol e a cancellare il record che apparteneva dal 2008 a Christian Panucci: adesso la punta di Castellammare di Stabia il marcatore azzurro più anziano. Chi erano gli altri nella speciale classifica della Top cinque? Dopo l'ex centrale ci sono Totò Di Natale, Fabio Cannavaro (Pallone d'Oro dopo aver conquistato il Mondiale in Germania nel 2006), Andrea Pirlo e Pietro Vierchowod.

La Top 6 dei marcatori più anziani in Nazionale

1) F. Quagliarella – 36 anni, 54 giorni – Lichtenstein (Qualif. Euro 2020)
2) Christian Panucci – 35 anni, 2 mesi – Romania (Europei, 13 giugno 2008)
3) Antonio Di Natale – 34 anni, 7 mesi – Spagna (Europei, 10 giugno 2012)
4) F. Cannavaro – 34 anni, 4 mesi – Portogallo (Amichevole, 6 febbraio 2008)
5) Andrea Pirlo – 34 anni – Messico (Confederations Cup, 16 giugno 2013)
6) P. Vierchowod – 33 anni, 11 mesi – Malta (Qualif. Mondiali, 24 marzo 1993)