Non sarà una partita come le altre quella che si ritroverà a giocare l’Atalanta nel terzo turno della fase a gironi di Champions. Avversario di turno sarà il temibile Manchester City di Guardiola, favoritissimo per la vittoria finale della competizione. Una gara da giocare in Inghilterra, in casa dei Citizens e con una pressione non indifferente per i bergamaschi che potrebbero subire il terzo ko di fila. Gasperini punta sui suoi uomini migliori, ovvero quelli che per un attimo non hanno sfiorato l’impresa all’Olimpico contro la Lazio sognando di essere per qualche ora in prima posizione. Certo, l’Atalanta dovrà rinunciare ancora a Duvan Zapata che sarà rimpiazzato ancora da Muriel, reduce da una buona gara contro i biancocelesti con una doppietta da sogno. Dall’altra parte invece, Guardiola dovrebbe confermare la formazione tipo non rinunciando ovviamente alla classe di Sterling e Aguero davanti e alla fantasia di De Bruyne trequartista.

Come potrebbe giocare il Manchester City questa sera

Rispetto all’ultima gara di campionato, in Premier League, giocata e vinta 2-0 sul campo del Crystal Palace, Guardiola dovrebbe cambiare molto contro l’Atalanta. Ancora senza Laporte in difesa e Sané in attacco con Walker in recupero, il City infatti dovrebbe schierarsi con un 4-2-3-1, differente dal 4-1-4-1 dello scorso 19 ottobre dove oltre all’inamovibile Ederson in porta, è la difesa subito a cambiare. Conferma per l'ex Juve e Inter Cancelo a destra, con Fernandinho e Stones centrali (non Rodri come accaduto con il Crystal Palace) e Zinchenko a sinistra invece che Mendy. A centrocampo De Bruyne e Gundongan. In attacco Marhez, Silva e Sterling supporteranno l’unica punta Aguero. In questo caso verrà dunque inserito solo in un secondo momento Gabriel Jesus (altro escluso che inizierà dalla panchina) grande protagonista contro il Crystal Palace con un gol.

Gasperini con la formazione migliore. Muriel intoccabile

L’Atalanta invece non si scompone più di tanto andando più o meno a schierare gli stessi uomini che hanno pareggiato sabato scorso 3-3 all’Olimpico contro la Lazio. Ma c’è da fare i conti con l’infermeria. Gasperini infatti rischia di fare a meno di Kjaer e Palomino che hanno problemi muscolari e ovviamente di Zapata in attacco che è l’unico assente certo fra i big in rosa. E allora l’Atalanta che potremmo vedere schierata in campo a Manchester dovrebbe essere schierata in un 3-4-2-1. Conferma ancora una volta per Gollini fra i pali che nonostante i tre gol subiti a Roma si sta confermando una grande certezza di questa squadra. In difesa invece il terzetto sarà composto da Toloi, con Djimitsi (e non Palomino) e Masiello. A centrocampo cambia qualcosina con Castagne in vantaggio su Hateboer per il ruolo di esterno destro e con Freuler e De Roon (non Pasalic) in mediana. Completa il reparto Gosens a sinistra, il migliore contro la Lazio. Gomez e Ilicic agiranno alle spalle dell’unica punta Muriel.

Le probabili formazioni

Manchester City (4-2-3-1): Ederson; Cancelo, Fernandinho, Stones, Zinchenko; De Bruyne, Gundogan; Mahrez, Silva, Sterling; Aguero. All. Guardiola.

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Castagne, Freuler, de Roon, Gosens; Gomez, Ilicic; Muriel.
All. Gasperini