La fase a gironi della Champions League 2019/2020 ha emesso i suoi verdetti: 16 squadre promosse al prossimo turno, tra cui le italiane Juventus, Napoli e Atalanta. Per rivedere il campo bisognerà attendere fino a febbraio, quando inizieranno le gare della fase ad eliminazione diretta. Gli ottavi di finale prenderanno forma nel sorteggio in programma lunedì 16 nella sede UEFA di Nyon (ore 12.00). Il destino delle formazioni rimaste in lizza dipenderà in buona parte proprio dagli accoppiamenti che verranno fuori dalle urne.

Squadre qualificate agli ottavi di Champions League

Prime: PSG (Francia), Bayern Monaco (Germania), Manchester City (Inghilterra), Juventus (Italia), Liverpool (Inghilterra), Barcellona (Spagna), Lipsia (Germania), Valencia (Spagna).

Seconde: Real Madrid (Spagna), Tottenham (Inghilterra), Atalanta (Italia), Atletico Madrid (Spagna), Napoli (Italia), Borussia Dortmund (Germania), Lione (Francia), Chelsea (Inghilterra).

Quasi tutti i gironi si sono chiusi come da pronostico, tranne poche eccezioni. Il Real Madrid è stato scalzato dal PSG al primo posto del Gruppo A, mentre nel Gruppo H il Chelsea ha sorprendentemente fallito la qualificazione agli ottavi finendo sopravanzato da Ajax e Valencia. Per il resto tutte le grandi hanno centrato il passaggio al turno successivo senza grandi difficoltà: dal Liverpool campione in carica al Barcellona, passando per la Juventus, unica squadra italiana in grado di vincere il proprio girone.

Come funziona il sorteggio degli ottavi di Champions League

Il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League seguirà il consueto schema previsto a questo punto della competizione. Le squadre rimaste in corsa saranno suddivise in due fasce, a seconda della posizione finale nel proprio girone: prime classificate da una parte, seconde dall'altra. Sarà possibile qualsiasi accoppiamento ad eccezione di quelli tra squadre provenienti dallo stesso campionato. Non ci sarà ancora spazio per i derby, dunque, che diventeranno possibili a partire dal turno successivo.