Ci sono serate indimenticabili, che difficilmente si scordano, nella carriera di un calciatore e quella di martedì per per Serge Gnabry è una di queste: l'esterno offensivo del Bayern Monaco ha rifilato 4 goal al Tottenham ed è entrato nel club dei "pokeristi" della Champions League. Il calciatore tedesco condivide questo primato con altri 46 giocatori tra vecchio formato e moderna Champions League e tra loro c'è gente del calibro di van Basten, Di Stefano, Ibrahimovic, Messi e Puskas.

Nella moderna Champions League invece, inaugurata nel 1992-93, solo in 12 sono riusciti a fare poker in un match e il primo a farlo è stato van Basten proprio in quella stagione: l'olandese era già andato segno 4 volte in una singola partita nella precedente Coppa dei Campioni ma il numero 9 del Milan annientò il Goteborg nel 4-0 della fase a gironi.

Tra i giocatori che detengono questo record c'è anche Simone Inzaghi: l'attuale allenatore della Lazio, nella sfida con l'Olympique Marsiglia della seconda fase a gironi della stagione 1999-2000, infilò un poker ai francesi nel 5-1 finale della squadra di Sven Goran Eriksson. Si sono fregiati di questo "guinness" anche Dado Prso Ruud Van Nistelrooy: il primo nell'anno di grazia (2003-2004) del Monaco ha infilato per 4 volte la porta del Deportivo La Coruna, gara finita 8-3; mentre il bomber olandese fece piangere la difesa dello Sparta Praga nella fase a gironi della stagione 2004-2005.

Uno che le notti di Champions le "sentiva dentro" era Andryi Shevchenko e non poteva mancare l'ucraino in questa speciale graduatoria: nella gara in casa del Fenerbahce, durante la fase a gironi della stagione 2005-2006, il numero 7 del Milan non diede tregua alla squadra turca e infilò per quattro volte di Volkan Demirel.

Se il nome di Lionel Messi non fa scalpore (quarti di finale stagione 2010-11 Barcellona-Arsenal 4-1), visto che l'argentino è anche uno dei due calciatori che hanno fatto 5 goal in una singola partita della moderna Champions League; quelli di Bafetimbi Gomis e Mario Gomez giocano un po' sull'effetto sorpresa: l'attaccante francese del Lione fu protagonista della controversa gara con la Dinamo Zagabria della fase a gironi stagione 2011-2012, finita 1-7 e al centro di indagini per scommesse; mentre il centravanti tedesco infilò per 4 volte la porta del Basilea nel 7-0 degli ottavi di finale stagione 2011-2012.

Robert Lewandowski nella gara d'andata delle semifinali della stagione 2012-2013 fece piangere il Real Madrid (4-1) e il Borussia Dortmund ipotecò la finale tutta tedesca con il Bayern Monaco, poi persa dai gialloneri di Klopp; mentre Zlatan Ibrahimovic passeggiò sull'Anderlecht nella fase a gironi dell'annata calcistica 2013-2014: il Paris Saint-Germain vinse 5-0 in Belgio e lo svedese demolì la porta di Kaminski a modo suo.

Gli ultimi due protagonisti di questa speciale classifica sono Cristiano Ronaldo e, come anticipato, Serge Gnabry: il fuoriclasse portoghese nella gara tra Real Madrid e Malmoe, finita 8-0, segnò il suo ultimo personale poker europeo mentre il tedesco si è esibito in casa del Tottenham con una prestazione che fa volare il Bayern Monaco in testa al girone B.

L'elenco completo

Considerando solo il precedente formato della Coppa dei Campioni (dal 1955 al 1992) sono 34 i giocatori che hanno segnato 4 gol in una singola partita: Miloš Milutinović, Dennis Viollet, Jovan Cokic, Bora Kostic, Alfredo Di Stefano, Just Fontaine, Josef Hamerl, Sandor Kocsis, Ferenc Puskas, Heinz Strehl, Lucien Cossou, Vladimir Kovacevic, José Torres, Eusebio, Timo Konietzka, Denis Law, Ruud Geels, Zoran Antonijevic, Lourenço, Antonis Antoniadis, Kudi Muller, Dudu Georgescu, Radu Nunweiler, Jupp Heynckes, René van de Kerkhof, Willy van der Kuijlen, Ton Blanker, Sotiris Kaiafas, Fernando Gomes, Marco van Basten, Rabah Madjer, Hugo Sanchez, Alan Smith e Sergey Yuran.