Il Napoli pareggia, l’Inter perde. Una serata grigia per le squadre italiane, anche se l’1-1 avvicina i partenopei agli ottavi di finali. I nerazzurri, che vincevano 2-0, con il ko di Dortmund ora dovranno affrontare una strada complicatissima. Non è andato oltre lo 0-0 il Barcellona con lo Slavia Praga. Rocambolesco 4-4 tra Chelsea e Ajax: due rigori per i Blues, due autoreti a favore degli olandesi che hanno chiuso la partita in 9. Hanno vinto anche Valencia, Lione, Lipsia e Liverpool.

Chelsea-Ajax 4-4, spettacolo a Stamford Bridge

Spettacolo puro a Stamford Bridge dove le squadre di Lampard e ten Hag, imbottite di giovani di qualità, hanno pareggiato 4-4. Un’autorete di Abraham regala il vantaggio agli olandesi, Jorginho pareggia su rigore, poi altro vantaggio dell’Ajax con Promes, l’autorete del portiere Kepa e van de Beek portano sul 4-1 l’Ajax. La partita sembra finita, ma non è così. Il Chelsea non molla, segna con Azpilcueta, poi vengono espulsi, per doppia ammonizione, Blind e Veltman, e i Blues fanno gol ancora con Jorginho su rigore e con il giovane James. Azpilcueta firma il 5-4, ma il VAR dice no. Ora con Chelsea e Ajax al comando c’è il Valencia, che ha battuto 4-1 il Lille, a segno anche Kondogbia.

Risultati Gruppo H: Chelsea-Ajax 4-4; Valencia-Lille 4-1
Classifica: Ajax, Chelsea, Valencia 7; Lille 1.

 

Pareggio del Barcellona, Inter ko a Dortmund

Senza Suarez, ma con Messi e Griezmann dal primo minuto il Barcellona non riesce a battere lo Slavia Praga. La squadra ceca gioca un primo tempo fantastico, il migliore in campo è ter Stegen, che salva i suoi due volte. Lo Slavia segna, il guardalinee sbandiera e il VAR conferma. Non basta un buon Messi al Barcellona, l’argentino colpisce una traversa e nella ripresa sfiora il gol due volte. Resta al comando la squadra catalana, che ora però deve conquistare i punti qualificazione. L’Inter gioca un primo tempo divino, segna due gol con Lautaro e Vecino, ma poi nella ripresa crolla a Dortmund con il Borussia che segna con Hakimi, doppietta, e Brandt e sorpassa i nerazzurri al secondo posto.

Risultati Gruppo F: Barcellona-Slavia Praga 0-0, Borussia Dortmund-Inter 3-2
Classifica: Barcellona 8; Borussia Dortmund 7; Inter 4; Slavia Praga 2.

 

Liverpool, 2-1 al Genk e primato nel girone del Napoli

Non brilla, ma vince ancora il Liverpool che soffre molto più del previsto con il Genk. Un gol per tempo per sconfiggere 2-1 i belgi, marcatori Wijnaldum e Oxlade-Chamberlain. Con 9 punti i campioni d’Europa balzano al comando del raggruppamento e superano il Napoli che resta imbattuto ma ha pareggiato 1-1 con il Salisburgo, a segno nel primo tempo Haaland su rigore, settimo gol per il norvegese, e Lozano. Il Napoli colpisce un palo e una traversa, tira in porta oltre venti volte, ma non riesce a vincere la seconda partita di fila con gli austriaci.

Risultati Gruppo E: Liverpool-Genk 2-1, Napoli-Salisburgo 1-1.
Classifica: Liverpool 9; Napoli 8; Salisburgo 4; Genk 1.

 

Vittorie di Lipsia e Lione

Il Gruppo G è quello meno affascinante, ma ha la stessa importanza di tutti gli altri. Il Lipsia vincendo 2-0 a San Pietroburgo sullo Zenit ipoteca la qualificazione agli ottavi. Il Lione, allenato da Rudi Garcia, si impone 3-1 sul Benfica e sale al secondo posto. L'ex tecnico giallorosso ha ottenuto tre vittorie sulla panchina del club del presidente Aulas (ne ha persa solo una, la prima contro il Benfica).

 

Risultati Gruppo G: Zenit-Lipsia 0-2, Lione-Benfica 3-1
Classifica: Lipsia 9; Lione 7; Zenit 4; Benfica 3.