Il mercato di gennaio sta cambiando radicalmente la fisionomia del Genoa di Davide Nicola. Il club di Enrico Preziosi, alle prese con una lotta per non retrocedere che si è fatta molto dura, ha infatti investito in alcuni giocatori che conoscevano già l'ambiente rossoblù. A cominciare da Mattia Perin, che più di altri sa cosa vuol dire indossare la gloriosa maglia del Grifone. Il ritorno del numero uno di Latina ha però tolto il posto a Ionut Andrei Radu: uno di quei pochi giocatori capaci di salvarsi dalle critiche dei tifosi grazie a prestazioni convincenti.

Il possibile ritorno all'Inter

Deluso dalla decisione del nuovo allenatore che gli ha subito preferito Perin ("La mia gerarchia l’ho stabilita – ha dichiarato Nicola – Nel momento in cui sono arrivato conoscevo già Perin, e mi sembra normale e logico che un allenatore all’inizio si affidi a delle certezze"), il ventiduenne portiere rumeno è dunque ad un passo dal lasciare il Genoa e probabilmente fare ritorno all'Inter: club che ha in mano il suo cartellino e che confida molto nelle sue qualità. In attesa di scendere in campo contro il Cagliari, Radu sta dunque riflettendo insieme al suo agente sulla prossima destinazione. "L’unica certezza è che stasera giocherà in Coppa Italia e poi vedremo il da farsi", ha infatti confermato Oscar Damiani.

Un nuovo prestito per Radu

Premiato l’anno scorso come miglior portiere della Romania, e prelevato dall'Inter con l'idea di farne il futuro successore di Handanovic, il classe '97 di Bucarest potrebbe dunque tornare in nerazzurro per poi ripartire subito in prestito. Il club di Suning vorrebbe infatti consentirgli di giocare e fargli fare ulteriore esperienza prima di entrare in pianta stabile nella rosa di Antonio Conte. La difficoltà principale è però proprio quella di trovargli una squadra. In Italia il mercato dei portieri è infatti fermo, e un'ipotesi di prestarlo all'estero non convince molto la dirigenza interista.