Il Trapani vuole provare a dare una svolta a questa stagione fin qui disastrosa: il club siciliano è ultimo in Serie B con soli 12 punti ma oggi ha annunciato l'acquisto a parametro zero dell'attaccante Moussa Sow. Si tratta di un acquisto importante per la squadra di Fabrizio Castori, che ha appena preso il posto dell'esonerato Silvio Baldini, e arriva in Italia a parametro zero, dopo che lo scorso 3 ottobre si è svincolato dal Gazientep BB con cui non aveva collezionato neanche una presenza nel campionato turco.

L'attaccante classe 1986, che in passato ha indossato anche le divise di Lille e Fenerbahce, compirà 34 anni il prossimo 19 gennaio ma il suo è un curriculum importante: Sow ha segnato in tutti i campionati dove è stato ed è l'ultimo rinforzo di una lunga lista, visto che per il club siciliano hanno già firmato Buongiorno e Coulibaly e sarebbero ad un passo Laba e Gyamfi. 

Gli anni d'oro di Sow, il ‘Signore delle rovesciate'

Il nome di Moussa Sow è iniziato a trapelare sui taccuini degli osservatori nel 2003 quando, a soli 17 anni, si è laureto campione di Francia nel campionato riserve con la maglia del Rennes. La definitiva svolta nella carriera di Sow è arrivato nel 2010, quando l'attaccante senegalese è sbarcato al Lille di Rudi Garcia: con la squadra francese non ha solo vinto la Ligue 1 e la Coppa di Francia ma si è laureato anche capocannoniere con ben 25 reti. Nella formazione che si laureò campione di Francia, l'attaccante classe 1986 aveva come compagni di reparto Gervinho ed Eden Hazard. 

Nel 2012 Fenerbahçe lo preleva dal club francese per quasi 15 milioni di euro e in Turchia lo chiamano il "Signore delle rovesciate", perché ne realizza diverse, e in due stagioni conta 29 reti segnate in 63 presenze in campionato. Sow ha messo a referto anche 50 presenze con la nazionale senegalese.