Con a squadra già a Cagliari per la delicata partita contro la formazione di Maran, la dirigenza del Milan è invece al lavoro per nuovi colpi di mercato dopo Zlatan Ibrahimovic. La seconda trattativa conclusa da Maldini, Boban e Massara è quella con l'Atalanta per Simon Kjaer: difensore ancora di proprietà del Siviglia, che a Bergamo ha liberato il suo armadietto per Mattia Caldara. Il danese, attualmente impegnato con le visite mediche al centro ‘La Madonnina' di Milano prima della firma sul contratto, è infatti passato ai rossoneri in prestito con diritto di riscatto fissato a 2.5 milioni di euro.

L'ex giocatore di Palermo e Roma, vecchio pallino di mercato del club milanese, avrà dunque a disposizione sei mesi per ritagliarsi uno spazio importante (cosa che all'Atalanta non è riuscito a fare) e convincere il Milan a confermarlo a giugno quando scadrà l'accordo preso dalla dirigenza rossonera con quella andalusa.

Idea Duncan per il centrocampo

Puntellata la difesa ora il Milan si concentrerà sul centrocampo dove è ancora in bilico la posizione di Kessie. L'ivoriano è infatti reduce da una prima parte di stagione al di sotto delle attese, e di fronte ad una buona offerta potrebbe anche lasciare il club liberando uno ‘slot' nella rosa di Pioli. Già chiesto invano dall'Inter in cambio del cartellino di Politano (Gazidis si sarebbe opposto all'affare), l'ex Atalanta continua infatti a piacere a diversi club della Premier League.

Qualora dovesse concretizzarsi una sua cessione, uno dei nomi nella lista della dirigenza lombarda sarebbe quello di Alfred Duncan: centrocampista ghanese classe '93 cresciuto proprio nelle giovanili dell'Inter ed esploso con la maglia del Sassuolo. La valutazione dei neroverdi per il loro giocatore è però importante e si aggira intorno ai 20 milioni di euro.