Lorenzo Pellegrini è uno dei leader della Roma di Paulo Fonseca. Il romano è uno dei migliori interpreti d’Europa nel ruolo di "centrocampista totale" e dopo un periodo di stop legato ad un infortunio è tornato in campo domenica scorsa contro il Brescia e ieri sera a Istanbul in Europa League in casa del Başakşehir. Nonostante il suo valore e le sue qualità siano, da tempo, fuori discussione il numero 7 ha una clausola rescissoria di 30 milioni di euro ma il club giallorosso non ha paura di perderlo.

Inter e Tottenham sono interessate a Pellegrini

Pellegrini è stato cercato da tanti club negli scorsi mesi, Inter e Tottenham su tutte, ma la Roma, notante la clausola moto bassa, non è preoccupata di perderlo perché la miglior garanzia della sua permanenza è lo stesso Lorenzo Pellegrini. Il club della Capitale ha individuato nel ragazzo di Centocelle uno dei leader della squadra e proprio il classe 1996 è stato uno dei giocatori che più ha parlato con Edin Dzeko la scorsa estate per convincerlo a rimanere in giallorosso. Lorenzo si sente uno dei leader dello spogliatoio giallorosso e in questo momento sembra non prendere in considerazione l'idea di andare via da Roma.

Il ritorno in campo con Brescia e Başakşehir

Nonostante l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per due mesi l'ex calciatore del Sassuolo è uno dei quei giocatori in grado di fare la differenza con la sua ottima visione di gioco e il suo talento cristallino, che gli permettono di essere sempre tra i migliori in campo: nonostante abbia perso diverso tempo a causa dell'infortunio, Pellegrini in Europa è comunque il giocatore che ha prodotto più assist (7) nei cinque campionati più importanti, senza contare i due in Europa League.

Un calciatore fondamentale per il gioco della Roma, che senza di lui ha mostrato qualche carenza qualitativa in mezzo al campo ma con il ritorno del suo numero 7 può lavorare con costanza per stabilirsi nelle migliori quattro in Serie A e cercare di arrivare in fondo all'Europa League.