C'è un pressing asfissiante del Real Madrid sulla Roma. La società giallorossa tace ma sta cercando di capire come muoversi per non commettere errori e possibilmente riuscire a guadagnarci il più possibile. O trattenendo ad ogni costo il giocatore o capitalizzando al massimo a livello economico.

Si tratta di Alisson Becker, il numero uno brasiliano che è esploso nell'ultima stagione appena conclusasi e che adesso è impegnato a difendere la porta verdeoro della Seleçao in Russia. Per lui, il Real di Lopetegui sta facendo sul serio e in Capitale sono preoccupati.

In Spagna sicuri; affare chiuso. A leggere i giornali spagnoli, Alisson è oramai in Blanco. Ma a Roma tira altra aria e meno sicurezze. A Trigoria confermano che, almeno ad ora, non sono arrivate ancora offerte ufficiali da parte del Real Madrid che si sarebbe limitato a sondaggi. Secondo la stampa spagnola l’accordo di massima col calciatore ci sarebbe anche, ma non con il club.

70 milioni alla Roma. In Spagna però insistono: tra Florentino Perez e la Roma sulla base di 70 milioni di euro ci sarebbe il nullaosta della società giallorossa per il trasferimento immediato. La trattativa in corso vedrebbe impegnati Josè Maria Neis, agente di Alisson, e il Real Madrid con la Roma a guardare. L'alternativa per il Real sarebbe De Gea, che però sembra incedibile.

Silenzio Alisson. Se la Roma tace, anche il giocatore non è da meno. Alisson, dal canto suo, prepara l’esordio col Brasile contro la Svizzera, e si concentra sulla nazionale, senza proferire parola alcuna sul mercato. Prima del fine settimana il portiere brasiliano ha detto al suo agente di continuare a tenerlo informato sull'evoluzione della trattativa, poi black out mondiale. Ma l'affare c'è, il Real vuole Alisson