Non sono bastati 100 milioni nell'ultima estate: la Roma deve tornare sul mercato di gennaio. Complici i risultati più che deludenti e i continui infortuni che hanno determinato in negativo la prima parte della stagione giallorossa. Di Francesco ha dovuto fare i conti con contrattempi continui, non avendo mai a disposizione l'intera rosa per poterla gestire al meglio. E così, adesso si riparte a cercare l'identikit perfetto per puntellare difesa e centrocampo.

Ancora sul mercato. In mediana si stanno effettuando i controlli più rigorosi su cosa può proporre il panorama invernale. Nessun investimento multimilionario, per Monchi il più è già stato fatto e perciò ci sarà spazio a qualche scambio, dei prestiti o dei riscatti fino a fine stagione. L'idea è guardare nel mercato dei giovani, dove i talenti in erba sono quasi una garanzia, in Olanda.

Sguardo in Olanda. La pista orange era stata seguita già in estate e aveva portato in giallorosso Kluivert jr che ancora adesso è quasi un oggetto misterioso: ricco di talento e prospettiva, sta soffrendo un ambiente caldo, quasi esasperante nel momento in cui i risultati non arrivano. Ma Monchi non demorde e guarda ancora in Olanda.

Vilhena, talento da 10 milioni. L'idea principe è provare a prendere in prestito un giocatore più che interessante, Tonny Vilhena, ma non sarà facile soprattutto dal punto di vista economico. Il Feyenoord per liberare Vilhena chiede almeno 10 milioni di euro ma il giocatore, appena 23 anni e discreta duttilità tattica, piace molto a Monchi che potrebbe intavolare una trattativa.

Le alternative per gennaio. Sempre per gennaio, ci sono però altri profili in secondo piano ma comunque di prospettiva. Come Julian Weigl giovane poco impiegato al Borussia Dortmund, che può arrivare in prestito per 18 mesi. Infine, terza ipotesi, dal Genk, campionato belga: Sander Berge, classe 1998, sempre con la formula del prestito.