In fase di decollo il calciomercato di gennaio 2020 per la Roma di Fonseca. I giallorossi in realtà, alla prese con il cambio societario, potrebbero attendere ancora qualche settimana prima di sferrare attacchi importanti per far fronte alle esigenze tecniche del proprio tecnico. Certo, gli acquisti migliori della Roma sono arrivati quasi prima della pausa con i recuperi di Perotti e di Under (che deve comunque rimettersi in forma), senza dimenticare Mkhitaryan e l’attesa per Cristante. Petrachi sta comunque lavorando molto per cercare di capire quali possano essere i reparti che Fonseca vorrebbe rinforzare. Qualcosa potrebbe cambiare sugli esterni se Perotti non riuscisse ad essere ancora una volta continuo dal punto di vista fisico. Ma anche i terzini sono monitorati, specie a destra con gli infortuni di Zappacosta e Spinazzola (spesso acciaccato) che hanno complicato le cose facendo rientrare di prepotenze fra le prima scelte un Florenzi che sembrava ormai fuori dal progetto tecnico di Fonseca.

La Roma non ha fretta di acquistare bensì di limare la squadra

Viste le ultime prestazioni offerte sia contro l’Inter a San Siro che negli incontri in casa e fuori dove la Roma ha brillantemente figurato (vedi Fiorentina), i giallorossi potrebbero anche provare ad osservare le mosse degli avversari prima di muoversi verso un obiettivo ben preciso nel mercato di gennaio. Il ds Petrachi vuole prima valutare diverse situazioni, come quella legata a Florenzi, ma anche di giocatori in uscita come Under, Pastore e Kalinic che potrebbero richiedere un investimento in entrata almeno per sopperire alle assenze di questi tre giocatori dal punto di vista numerico. A caccia di un’occasione, come potrebbe essere quella per Politano, il club giallorosso sta però monitorando anche la situazione di Mariano Diaz che se dovesse essere puntato dalla Juventus visto il mancato colpo Haaland, potrebbe rientrare fin da subito nei piani di acquisto immediati del mese di gennaio.

Ai giallorossi potrebbe servire un centrocampista e un vice Kolarov

Forse più un trequartista data la difficoltà di Fonseca di riuscire a spaccare la partite in alcune frazioni di gioco. Pastore non riesce a garantire più quel guizzo e quella pericolosità di un tempo, Under sembra essere regredito molto dallo scorso anno e Zaniolo non può da solo giocare tutte le partite. Servirebbe un ricambio che quantomeno riesca a limare quelle situazioni di gioco che ad un certo punto richiedano la presenza di un giocatore capace di sovvertire le sorti della gara. Ecco perché i nomi di Mariano Diaz e Politano in questo momento fanno gongolare Fonseca. Per ricordare la pesante condizione in cui si è trovato il centrocampo verso novembre con Mancini che ha dovuto giocare da mediano, Petrachi potrebbe anche pensare di regalare al tecnico giallorosso un centrocampista con caratteristiche simili a Veretout. Nel ruolo di vice Kolarov c’è invece un nuovo nome a sorpresa sul taccuino del ds giallorosso.

Barisic e Cohen i nomi nuovi per le fasce difensive

Per far fronte infatti al troppo impiego di Kolarov che potrebbe rischiare di calare nella parte cruciale della stagione, la Roma avrebbe puntato Borna Barisic che si sta confermando come uno degli elementi più preziosi a disposizione di Steven Gerrard nei Rangers di Glasgow. Già autore di 13 assist in stagione (7 in campionato, 6 in Europa League tra fase a gironi e preliminari), il terzino sinistro è dotato di un mancino capace di mettere a segno delle punizioni chirurgiche. Una sorta di sosia di Kolarov. In alternativa ecco Yonatan Cohen, finito nel mirino della Roma. Il club giallorosso ha palesato il suo interesse per il 23enne esterno israeliano (che piace molto a Fonseca) in forza al Maccabi Tel Aviv. Un ‘colpo in difesa’ potrebbe essere invece il riscatto immediato per Smalling. La Roma ha presentato al Manchester United un’offerta piuttosto sostanziosa: 15 milioni di euro più tre di bonus, cifra che si avvicina molto ai 20 chiesti dagli inglesi. 

Under e Pastore out: Politano e Mariano Diaz pronti a subentrare

Per quanto riguarda invece gli investimenti in uscita, sembra essere imminente quello di Under, valutato circa 40 milioni. La Roma vorrebbe rimpiazzarlo con Politano e sono pronti a mettere sul piatto dell’Inter una cifra intorno ai 20 milioni di euro. Con Under fuori e Politano dentro, ecco che un’altra situazione simile potrebbe interessare i giallorossi. Pastore infatti, se dovesse andare via, servirebbe un grosso assist alla Roma per arrivare ad un grande obiettivo per il reparto offensivo. L'argentino percepisce infatti 4,5 milioni di euro fino al 2023, cifra che i giallorossi reinvestirebbero su Mariano Diaz che non intende rinunciare al suo ingaggio da 4 milioni annui. Fondamentale in questo senso rimane la questione legata a Nikola Kalinic per far spazio ad un altro attaccante. Il croato al momento non si vuole schiodare dalla Capitale.