Il calciomercato italiano si è appena concluso con la Serie A come protagonista di tante, tantissime trattative milionarie. E con sempre la Juventus, come ormai capita da quasi un decennio, autrice del botto, del colpo da novanta, dell’innesto più fragoroso di questi caldi mesi. E così, dal gioiellino De Ligt al bomber di razza Lukaku passando per Lozano, nuova stella del Napoli, ecco i cinque acquisti più onerosi di questa campagna acquisti.

De Ligt in testa: 85 milioni di euro per il gioiellino dell’Ajax

A giudicare dalla recente prestazione casalinga contro il Napoli, i soldi investiti per De Ligt, 85 milioni di euro, sembrano davvero troppi. Eppure, di alibi a favore del ragazzo ce ne sono tanti. Non ultime, la mancanza di conoscenza reciproca con Bonucci, una preparazione fisica non proprio eccellente e la disabitudine a calcare i rettangoli di gioco nostrani. Con i suoi ritmi e le due difficoltà. Ma l’olandese, uno degli indiscussi protagonisti della recente cavalcata europea dell’Ajax, che ha sfiorato la finalissima di Champions League nella scorsa annata, è un elemento di sicuro valore, di livello internazionale con margini di miglioramento, e in questo caso apprendimento, altissimi. Tali da giustificare il sacrificio della ‘Vecchia Signora’ che, con lui in rosa, si è assicurata un centrale di difesa titolare per i prossimi 15-17 anni.

Lukaku per cancellare Icardi: 65 milioni di euro per avere il belga

L’Inter, invece, ha risolto i suoi problemi offensivi, ma non certo di campo, quanto quelli ambientali, con una scelta piuttosto netta: via Icardi, passato a titolo temporaneo al Paris Saint Germain, dentro Lukaku. Che ha già segnato due reti nei primi due incontri nerazzurri e che si sta conquistando la stima dei tifosi. Quella di mister Conte, invece, che lo ha sempre richiesto dal giorno del suo arrivo in nerazzurro, non l’ha mai persa, anzi. Tanto da spingere la società meneghina a mettere sul piatto 65 milioni di euro per raggiungere le pretese del Manchester United e per mettere sotto contratto l’ex stella dell’Everton.

Lozano sul podio: il Chucky vale 38 milioni di euro

In terza posizione, ecco il corteggiatissimo Lozano. Arrivato a Napoli per 38 milioni di euro e al termine di una trattativa chilometrica, serrata e che si è trascinata per diversi mesi. Con come sponsor principale, il tecnico Ancelotti che se ne è innamorato già nello scorso mondiale quando il Messico, con un gol del Chucky, riuscì a superare la Germania campione in carica. E così, via a convincere la società a puntare sul ragazzo ex Pachuca, mister esordi con gol, che, proprio sabato sera al suo debutto in Italia, e nel Napoli, ha confermato la sua personale tradizione di goleador alla prima con la nuova maglia.

Rafael Leao quarto, Romero quinto

A chiudere, un pizzico di Juventus e Milan con entrambe le compagini, sia pure con budget differenti, brave a mettere insieme due colpi prospettici ma che già potrebbero garantire un qualche utile dividendo sul terreno di gioco. Una situazione che dovrebbe potersi verificare da subito per il Diavolo, un po’ meno per la Vecchia Signora.

Col Milan in grado di aggiungere il talentuoso Rafael Leao per 25 milioni di euro, più 5 della valutazione del cartellino di Djalò, e la Vecchia Signora, ma per il prossimo anno, capace di chiudere col Genoa per il centrale argentino Romero sborsando qualcosa come 26 milioni. Se invece ci riferiamo a quei calciatori arrivati nelle nuove realtà con scambi nel gioco delle plusvalenze, ai piedi del podio ci sarebbe Danilo, a quota 37 milioni e poi Manolas al quinto a 36.