La Beffa al Barcellona arriva direttamente da Parigi. Il Psg avrebbe infatti scippato il Piccolo Diavolo agli azulgrana che avevano messo gli occhi, e non solo, sull'attaccante dell'Atletico Madrid. I Colchoneros avevano annunciato da tempo di lasciare partire il francese che sembrava però diretto nella vicina Barcellona. Invece, Griezmann avrebbe incontrato i vertici arabi del club transalpino che gli avrebbero messo nero su bianco la classica offerta irripetibile.

I media spagnoli sicuri: giocherà in Francia

Secondo quanto riportato dai media spagnoli, in particolare da ‘Sport', il Piccolo Diavolo avrebbe avuto un incontro con il presidente del PSG, Nasser Al-Khelafi e nel summit le parti avrebbero trovato l'accordo per il trasferimento del campione del mondo a Parigi, lasciando a bocca aperta il Barcellona. Non si sanno ancora gli estremi dell'accordo ma ovviamente si parla di svariati milioni di euro.

Il futuro incerto di Griezmann

Griezmann disse già no al Barcellona nel 2018 per continuare con l'Atletico Madrid un'altra stagione. Poi è arrivato il no ad un futuro con i Colchoneros a metà 2019 e addio alla capitale spagnola per altre avventure sportive. Antoine Griezmann ha deciso di provare una nuova esperienza nella sua carriera, ma per ora il suo futuro è ancora nebuloso: sembrava Barcellona, oggi è forte la tentazione Parigi.

Le idee chiare del Piccolo Diavolo

Il Piccolo Diavolo ha un mercato molto attivo: è richiesto da Barcellona, PSG ma anche dal Manchester United, che sta cercando alternative offensive di livello. Griezmann non ha svelato indizi importanti sulla sua prossima squadra, evidenziando però in un'intervista a TeleMatin di sapere benissimo quale sarà la sua prossima destinazione: "So dove andrò a giocare, fra poco lo saprete anche voi".

Il Psg ci prova: tridente da sogno con Neymar e Mbappè

L'incontro con il presidente del Psg ha aperto dunque, nuove speculazioni sulla volontà del Psg di allargare la propria rosa di campioni. Potrebbe essere in partenza Cavani o sorprendentemente uno tra Neymar e Mbappè, due talenti che sotto la Torre Eiffel hanno comunque faticato a trovare prestazioni da fenomeni.