Suso è un obiettivo del Napoli? Può darsi. Il nome dello spagnolo era stato accostato alla squadra azzurra al momento della firma di Carlo Ancelotti e l'ipotesi più concreta e praticabile sembrava quella di uno scambio con José Maria Callejon. Nelle ultime ore sembra tornare in piedi questa ipotesi con voci provenienti proprio da Dimaro, sede del ritiro azzurro, ma non c'è ancora nulla di concreto per il momento. La clausola che può liberare il rossonero è di 38 milioni di euro ma è valida solo per l'estero: in Italia bisognerebbe aggiungere altri soldi e avere l'assenso del Milan che, però, avrebbe già detto no all'Inter in un possibile scambio con Antonio Candreva con il direttore sportivo rossonero, Massimiliano Mirabelli, che riferendosi proprio a Suso disse: "Mai in nerazzurro".

Secondo quanto scrive oggi La Repubblica, Carlo Ancelotti è alla ricerca di giocatori abili a muoversi tra le linee per schierare il suo classico 4-2-3-1 e in quest’ottica la posizione di Callejon, pupillo di Maurizio Sarri, sarebbe abbastanza in bilico in favore di uomini che siano in grado di entrare nel campo e giocare. L'idea dello scambio potrebbe piacere sia a De Laurentiis e non dispiacerebbe nemmeno alla dirigenza milanista.

Si inserisce il Chelsea?

Come già anticipato, per Suso esiste solo una clausola rescissoria valida solo per l'estero visto che l'idea era di non aiutare la crescita di dirette concorrenti: così si inserisce il Chelsea che su indicazione del futuro allenatore, Maurizio Sarri, potrebbe sferrare un attacco decisivo e portarlo a Stanford Bridge. Secondo quanto riportato da calciomercato.com, nella giornata di martedì l'agente dell'esterno spagnolo, Alessandro Lucci, è stato a Londra, dove avrebbe parlato del rossonero e di Davide Zappacosta, che è sul taccuino dell'Inter.