Dopo aver atteso per settimane una risposta da Zlatan Ibrahimovic, il Milan sta ora aspettando un cenno da Jean Clair Todibo. Il giovane difensore francese, entrato nei radar rossoneri già da settimane, non ha infatti ancora preso una decisione sul suo futuro e sta tenendo in scacco la dirigenza rossonera. Un'attesa che sta cominciando ad innervosire il club di via Aldo Rossi, che sperava in una risposta molto più veloce da parte del giocatore del Barcellona. Il motivo delle perplessità del francese, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe da ricercare nell'offerta che il direttore sportivo Massara gli ha sottoposto di persona nei giorni scorsi.

L'intesa trovata dal Diavolo con la dirigenza catalana (un accordo di massima sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto), non andrebbe a genio all'ex Tolosa che vorrebbe inserita nell'accordo un'opzione per tornare al Barcellona a fine stagione. Già scottati dalla lunga attesa estiva per Angel Correa e dal tormentone invernale di Ibrahimovic, Maldini e Boban non sono però disposti ad inserire la clausola chiesta da Todibo, né tantomeno aspettare ancora per molto il ragazzo che, con il suo atteggiamento, avrebbe già messo di cattivo umore l'intera dirigenza milanista.

L'idea Kjaer

Con il Barcellona che ha convocato Todibo per la Supercoppa spagnola, e lo stesso difensore che sta valutando anche le offerte arrivate dalla Germania (Bayer Leverkusen e Schalke 04), dall'Inghilterra (Watford) e dalla Francia (Monaco e Nizza), il Milan avrebbe deciso di virare su altri giocatori e mollare la presa sul blaugrana. Nelle ultime ore sono infatti spuntati i nomi di Andrea Cistana del Brescia e di Simon Kjaer dell’Atalanta.

Già convocato da Mancini a Coverciano, Cistana è seguito anche da Napoli, Inter e alcuni club internazionali. Sull'esperto centrale danese, che con i nerazzurri non è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante, c'è invece meno concorrenza. Come riferito da Tuttosport, per avere l'ex Palermo e Roma il Milan sarebbe disposto ad uno scambio di prestiti con Mattia Caldara che tornerebbe così a Zingonia.