La trattativa che dovrebbe portare Sofyan Amrabat al Napoli sta entrando nel vivo. Il ventitreenne centrocampista marocchino con cittadinanza olandese, autentica rivelazione di questa prima parte di stagione dell'Hellas Verona, è diventato infatti uno degli obiettivi della dirigenza partenopea. Sul giocatore gialloblù non c'è però soltanto il club di Aurelio De Laurentiis ma anche l'Inter, che secondo Sky Sport hanno chiesto nelle ultime ore un incontro con gli agenti dell'ex Bruges.

E proprio il pressing nerazzurro ha convinto il Napoli a dare un'accelerata alla trattativa. In queste ore il direttore sportivo degli azzurri Giuntoli, sarebbe infatti a colloquio con il procuratore di Amrabat per cercare di anticipare le mosse della società di Suning e chiudere l'operazione che include anche il cartellino di Rrahmani. Con l'Hellas l'accordo sarebbe già stato trovato (35 milioni complessivi per tutti e due i giocatori), ora non rimane altro che definire l'intesa con chi ha in mano la procura del nativo di Huizen.

Amrabat a Castel Volturno solo dalla prossima estate

Sbarcato in prestito nella scorsa estate, Amrabat verrà dunque riscattato dagli scaligeri per 3,5 milioni di euro e rivenduto al miglior offerente. In questo momento pare sia appunto il Napoli in pole position, che lo potrà però accogliere a Castel Volturno solo dalla prossima estate poiché il giocatore ha già giocato in stagione sia con il Bruges in Belgio che con la squadra di Ivan Juric.

Che un accordo definitivo sia praticamente alle porte, lo aveva confermato anche lo stesso Mohammed Sinou: "Sto ricevendo molte telefonate per Sofyan: è un giocatore giovane di grande talento, la rivelazione della Serie A in questa stagione e per questo è normale che tutti i top club lo stiano seguendo – aveva dichiarato l'agente nelle scorse settimane a ‘calciomercato.it' – Il suo futuro? Ho un accordo con lui: fino a gennaio testa solo al Verona, del suo futuro ne discuteremo solo nel prossimo mercato invernale".