C'è forte movimento in casa Juventus dove si lavora per rinforzare il  centrocampo in cui Maurizio Sarri ha moltissime soluzioni da attuare. L'ultima idea è di ritornare a parlare con il Barcellona per Rakitic centrocampista già gradito da tempo ai bianconeri e che potrebbe sbarcare a Torino in queste ore se si trovare la quadra sulla valutazione del croato. La Juve sarebbe disposta anche a inserire una contropartita tecnica e si parla di Federico Bernardeschi che potrebbe giocare con Messi e Suarez.

Rakitic-Bernardeschi, perché si può fare

La trattativa è altamente possibile perché il Barcellona non ha chiuso l'acquisto di Neymar dal PSG trovando frizioni con i parigini nella confezione della trattativa finale (non c'è stato il via libera da parte dei giocatori inseriti come contropartita e l'ok di Parigi sulla chiusura dell'affare).Al ne tto di nuovi sviluppi delle ultime ore, che sono quasi impossibili vista la complessità del discorso Neymar, Bernardeschi potrebbe rappresentare la soluzione più agevole. Si potrebbe dunque prospettare un reciproco scambio di prestiti per poi risedersi al tavolo delle trattative tra una stagione per parlare di eventuali riscatti o ritorno alle rispettive basi di partenza.

Rakitic, in panchina al Barcellona

La trattativa non è sicuramente facile ma l'idea è che la Juventus avrebbe in mediana un giocatore esperto e di profilo internazionale come Ivan Rakitic che, in questo inizio di Liga, è rimasto ai margini della panchina di Valverde e non ha intenzione di restarci a lungo.

Bernardeschi, il ‘scarificato' di Sarri

Stesso dicasi per Bernardeschi che nelle prime due di campionato non ha trovato spazio, chiuso dalle scelte tattiche di Sarri. Al tecnico l'ex Fiorentina piace ma è disposto anche a sacrificarlo alla volontà del calciomercato. Dopotutto le alternative portano i nomi di Cristiano Ronaldo e Douglas Costa, inamovibili protagonisti del tridente dell'ex tecnico del Napoli.