Il grave infortunio di Merih Demiral ha rovinato i piani di Maurizio Sarri. Il tecnico della Juventus, già orfano di Giorgio Chiellini, aveva infatti scommesso tutto sul difensore turco e lasciato addirittura in panchina Matthijs de Ligt: uno dei colpi più importanti della scorsa campagna acquisti estiva. Senza l'ex Sassuolo, il mister bianconero ha così dovuto riportare l'olandese a fianco di Bonucci e bloccare la cessione di Daniele Rugani.

Ai tifosi che nelle ultime ore hanno ‘chiesto' l'acquisto di un nuovo difensore, Fabio Paratici ha risposto a margine dell'ottavo di finale di Coppa Italia contro l'Udinese: "No, assolutamente, l'ho già detto più volte – ha spiegato il direttore sportivo juventino a Rai Sport – Non acquisteremo altri centrali. Abbiamo difensori forti e una rosa completa, speriamo di avere anche Giorgio in arrivo tra qualche tempo, quindi siamo a posto così".

Un'assenza destinata a farsi sentire

Solo qualche giorno fa, Paratici aveva ribadito lo stesso concetto anche in un'intervista rilasciata in esclusiva a Sky Sport: "Pensiamo di avere una rosa competitiva, da tempo la critica dice che abbiamo troppi giocatori quindi la vedo difficile che ne prenderemo altri". Al di là delle parole del dirigente della Juventus, e delle esigenze di Maurizio Sarri, l'assenza di Demiral è destinata però a farsi sentire.

Sottoposto nelle scorse ore ad intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore e sutura del menisco laterale del ginocchio sinistro, il giocatore cresciuto nel Fenerbahçe rimarrà infatti lontano dai campi di gioco per un lungo periodo come ha anche confermato la nota ufficiale emessa dallo staff medico juventino: "I tempi necessari per un recupero ottimale sono di 6-7 mesi".