Oggi si apre ufficialmente la sessione di calciomercato invernale ma tutte le società di Serie A sono all’opera già da tempo per sistemare le proprie rose in vista della seconda parte di stagione. Tra queste anche la Juventus ha cominciato a muoversi sul mercato piazzando i primi colpi e intavolando diverse trattative puntando anche a qualche colpo ad effetto. Andiamo quindi a vedere qual è lo stato dell’arte in casa bianconera per quel che riguarda il calciomercato.

Una Juve ancora in corsa su tre fronti

Dopo aver visto sfumare il primo obiettivo stagionale con la sconfitta in Supercoppa italiana per mano della Lazio e con i meccanismi del nuovo progetto tecnico targato Sarri visti solo a sprazzi in questa prima parte di stagione, la Juventus è ancora in corsa per lo scudetto (al momento è in testa alla classifica a pari punti con l’Inter di Antonio Conte), per la Coppa Italia (nella quale ancora deve debuttare) e soprattutto in Champions League dove è attesa dalla doppia sfida con il Lione negli ottavi di finale.

Cosa serve a Maurizio Sarri

E per affrontare al meglio le tre competizioni, date soprattutto le aspettative non rispettate da alcuni dei nuovi acquisti (in particolare Rabiot, Ramsey e Danilo), in questa sessione di mercato la Juventus potrebbe dunque decidere di tornare sul mercato per completare la rosa messa a disposizione di Sarri intervenendo magari nel reparto che, visti anche l’infortunio di Khedira e la partenza quasi certa di Emre Can, più di tutti si è dimostrato carente in questi primi cinque mesi di stagione, vale a dire il centrocampo.

Trattative, acquisti e cessioni: da Emre Can il ‘tesoretto’ per il mercato bianconero

Dopo aver ceduto Mattia Perin in prestito secco al Genoa ed aver salutato Mario Mandzukic che ha risolto il contratto con i bianconeri per accasarsi con i qatarioti dell’Al-Duhail, la squadra mercato della Juventus è ancora attualmente impegnata su tutte e due i fronti. In uscita infatti si tratta ad oltranza con il Psg per la cessione del tedesco Emre Can (fuori dai piani tecnici di Sarri) che la Vecchia Signora valuta 40 milioni di euro ma che alla fine potrebbe rientrare in uno scambio con l’argentino ex Roma Leandro Paredes (che i francesi valutano però 50 milioni di euro).

  • Sul fronte entrate invece Paratici e soci, dopo aver praticamente chiuso con l’Atalanta (35 milioni + 10 di bonus) per l’acquisto del talento svedese Dejan Kulusevski (che firmerà un quinquennale da 2,5 milioni a stagione ma rimarrà in prestito al Parma fino a giugno) soffiato all’Inter da tempo sul giocatore, e perso l’obiettivo numero uno per rinforzare l’attacco (il giovane Haaland passato dal Salisburgo al Borussia Dortmund), hanno dirottato le proprie attenzioni sul brasiliano del Real Madrid Mariano Diaz sul quale c’è anche la Roma. Per quanto riguarda il ruolo di terzino invece l’indiziato numero uno resta il belga Thomas Meunier del Psg che a giugno andrà in scadenza con il club parigino (si è ipotizzato anche uno scambio con Mattia De Sciglio molto apprezzato sotto la Tour Eiffel).