Il Nino Maravilla potrebbe rientrare in Italia e accasarsi all'Inter. Una ipotesi credibile visto che la realtà parla di un Alexis Sanchez che è in uscita fal Manchester United e dalla Premier League. Il club nerazzurro sarebbe una meta gradita al giocatore e al suo entourage così come la Serie A, dove l'attaccante si fece conoscere al mondo con la maglia dell'Udinese.

Al momento non c'è un'offerta concreta da parte di Suning ma Sanchez potrebbe rientrare tra i profili interessanti per il progetto nerazzurro, anche se i costi dell'operazione sono altissimi e lo United non vuole fare sconti. Il cileno è sul mercato in modo ufficiale perchè con il Manchester United i rapporti sono ai minimi termini.

Divorzio imminente con lo United

L'ultima stagione di Sanchez a Manchester è stata più che deludente: solo 20 presenze in Premier per 877 minuti totali, appena un gol segnato, due stagionali. E' così che Sanchez non rientra più nei piani del club e adesso cerca squadra, magari ritornando in Italia dove l'Inter è stata contattata dal procuratore del cileno. Un semplice sondaggio che però potrebbe trasformarsi in qualcosa di più serio se ci fossero i parametri (soprattutto economici) per intavolare un discorso.

Sanchez con Lautaro

I nerazzurri infatti dovranno lavorare molto sul fronte offensivo dove si dovranno ristabilire priorità e competenze. Dovesse partire Mauro Icardi il nuovo centro sarebbe Lautaro Martinez ma non potrebbe essere l'unico per affrontare una stagione da protagonisti su più fronti. In questo senso, Alexis Sanchez rientrerebbe nel discorso di un rinnovato settore offensivo che sarà ristrutturato.

75 mila sterline a partita

Attualmente però a Manchester, Sanchez sta bene per un contratto da re in cui è riuscito a inserire anche una clausola che lo fa diventare ricco ad ogni presenza in campo: nel contratto dell’ex calciatore di Udinese e Barcellona è infatti presente una speciale clausola che gli garantisce un gettone da 75 mila sterline per ogni presenza, comprese quelle da subentrato.