L'Inter di Conte sta rispettando le aspettative in questo mercato di gennaio. I nerazzurri sono sempre attivi sul fronte acquisti, visto che dopo Young, Moses e Eriksen si registra una stretta anche per Giroud. E' il francese del Chelsea l'obiettivo numero uno per l'attacco nerazzurro. Una trattativa che sembrava essersi sbloccata la scorsa settimana ma che adesso è ancora in fase di chiusura. Il tempo c'è, anche le idee e i soldi viste le cessioni effettuate in questo periodo.

Anche nella giornata di veberdì qualcosa si è mosso tra Inter e Chelsea:  ci sono stati proficui contatti tra la dirigenza nerazzurra e l'entourage del calciatore con l'intento di tenerlo bloccato, in attesa di concludere la trattativa con il club londinese. L'intenzione di Giroud di trasferirsi all'Inter c'è, adesso spetta ai due club concludere l'operazione per quello che è ritornato ad essere l'obiettivo numero uno per l'attacco nerazzurro andando a inserirsi nell'ultima casella vuota di gennaio.

I magnifici quattro

Antonio Conte in meno di un mese ha rimodellato la sua rosa e l'ha arricchita senza perdere molti elementi. Sono arrivati Young e Moses in difesa (o come esterni di centrocampo nel 3-5-2 contiano); in mediana è oramai sicuro l'arrivo di Eriksen dal Tottenham (lunedì ci dovrebbe essere l'ufficialità); in attacco si attende l'arrivo di Giroud dal Chelsea. Quattro colpi importanti che permetteranno nuovo turn-over e una rosa più ricca.

Acquisti autofinaziati

Anche le finanze nerazzurre non ne hanno risentito perché Marotta e Ausilio hanno gestito le varie situazioni con attenzione, senza usufruire dei fondi esistenti e cercando di autofinanziarsi. Matteo Politano al Napoli dovrebbe essere una operazione attorno ai 25 milioni, molti di più di quelli per l'arrivo di Eriksen: 15 milioni subito al Tottenham e altri 5 in bonus. Anche la partenza di Lazaro al Newcastle e la cessione di Gabigol al Flamengo hanno finanziato gli arrivi di Moses e Young lasciando alcuni milioni per sferrare l'attacco a Giroud.