L'assist perfetto di Gabigol potrebbe smarcare Eriksen per lo scatto decisivo nel vestire il nerazzurro entro la fine della sessione invernale di calciomercato. Oramai appare certo l'accordo tra Flamengo e i nerazzurri per il Pallone d'Oro sudamericano che gradirebbe maggiormente una sistemazione in patria piuttosto che un ritorno in Europa. Così, la cessione del brasiliano permetterebbe all'Inter di accontentare anche le richieste degli Spurs per cedere il centrocampista Eriksen in scadenza di contratto.

Manca solamente la ratifica dell'accordo per Gabriel Barbosa con i due club che stanno venendosi incontro per colmare il gap economico (ballano 3-4 milioni) per poi dare l'affondo decisivo al giocatore del Tottenham che Mourinho ha già virtualmente salutato nell'ultima conferenza stampa. Un doppio colpo gradito a Conte che non ha mai pensato al rientro di Gabigol in rosa ma attende un rinforzo di valore in mediana.

Gabigol resta al Flamengo: mancano 3-4 milioni

Il vice presidente del Flamengo, Marcos Braz, durante la conferenza stampa di presentazione dell’attaccante Pedro Rocha ha parlato proprio di Gabigol, al centro degli interessi del club. Per il numero uno della società brasiliano entro la prossima settimana si potrà avere un lieto finedopo il primo incontro col giocatore e i suoi procuratori. Agli agenti di Gabigol è stato proposto un contratto per i prossimi 4 o 5 anni, ma manca l’intesa totale sulle cifre con l’Inter.  Il club nerazzurro vuole 20-22 milioni di euro per il brasiliano, il Flamengo al momento è rimasto di poco sopra i 15. Ma sembra prevalere l'ottimisimo con i milioni che mancano recuperabili con una serie di facili bonus.

Il punto su Eriksen: si tratta col Tottenham

Sul fronte Eriksen siamo alla fase decisiva. Le lusinghe del Psg non hanno scalfitto la proposta dell'Inter al danese:  7,5 milioni annui più bonus in un contratto con scadenza 2024. Un vero trattamento da top player per un giocatore in scadenza di contratto. Marotta è in contatto con il presidente degli Spurs, Levy per l'intesa sulla buonuscita. Il Tottenham rischia di perdere a giugno Eriksen a parametro zero, ha tutto l'interesse di cedere ora il giocatore a fronte di un ‘indennizzo'. Per i nerazzurri non si tratterebbe oltre a una cifra attorno ai 15 milioni, gli inglesi ne chiedono 20. E' per questo che Gabigol torna ancora decisivo per liberare Eriksen.