Un’immagine dell’Arzanese tratta dalla pagina Facebook della società campana
in foto: Un’immagine dell’Arzanese tratta dalla pagina Facebook della società campana

Salva la vita all'avversario che ha perso i sensi e rischia di morire soffocato. Nel week-end dedicato alle nazionali e di stop dei campionati maggiori, la bella storia a lieto fine arriva dal torneo di Prima categoria campano e a raccontarla sul proprio profilo Facebook è l'Arzanese in trasferta sull'Isola Azzurra per la sfida con il Real Anacapri. Filippo Saviano, giocatore della formazione napoletana, riceve un colpo alla testa fortuito in uno scontro di gioco e ha la peggio rispetto all'avversario: stordito, perde i sensi e crolla sul terreno di gioco. A prestargli il primo soccorso è Luigi Buondonno, centrocampista degli isolani: gli apre la bocca e verifica che la lingua non gli ostruisca le vie respiratorie. Passato lo spavento, il giocatore si riprende e per fortuna senza aver riportato traumi ulteriori.

Ci sono momenti in cui il calcio giocato passa veramente in secondo piano – si legge nel messaggio postato dall'Arzanese – si scoprono uomini e storie che solo con il pallone non si riuscirebbero a conoscere. È praticamente successo di tutto, e credeteci, la cosa più tranquilla è stata la gara disputata. Partiamo proprio da quella e il primo, enorme, ringraziamento va al centrocampista del Real Anacapri, Luigi Buondonno, che si è fiondato tempestivamente ad aprire la bocca dell’attaccante biancoceleste e ha evitato che ingoiasse la lingua, praticamente salvandogli la vita, anche a costo di ferirsi le dita a causa della reazione involontaria dei denti di Saviano. Gesti come questi ci fanno capire che l’essere umano è l’elemento fondamentale di ogni cosa, soprattutto nello sport.

Squadra bloccata per il maltempo, riceve ospitalità sull'Isola Azzurra

Quanto accaduto in campo, però, non è l'unico gesto che colora un pomeriggio grigio per il maltempo. Le condizioni del mare avevano causato l'interruzione dei collegamenti tra isole e terra ferma, l'Arzanese era bloccata a Capri per il maltempo e non aveva alcuna sistemazione per la notte. Ad aiutarli è stata la squadra avversaria affrontata qualche ora prima mettendo a disposizione posti in albergo dove trascorrere la notte e un pasto caldo.

A causa delle avverse condizioni climatiche, i traghetti per Napoli erano stati tutti cancellati – si legge ancora sul profilo dell'Arzanese -. L’Arzanese quindi, era bloccata sull’Isola di Capri fino al giorno dopo, senza sapere come organizzarsi per la cena e il pernottamento. E qui, arriva un altro bellissimo gesto umano da parte di uomini eccezionali.