La partita valida per gli ottavi di fonale di Coppa Italia tra Inter e Cagliari, in programma nelle prossime ore allo stadio Meazza di Milano, è l'occasione giusta per quei tifosi nerazzurri che vogliono riabbracciare Radja Nainggolan. Il centrocampista belga, tornato in Sardegna nella scorsa estate, dovrebbe infatti essere in campo a pochi mesi dalla decisione di Conte di lasciarlo da parte e dalla successiva interruzione del rapporto con la società di Suning.

Sbarcato in prestito nel mese di agosto e subito intenzionato a riscattarsi in rossoblu ("L'Inter si pentirà di avermi ceduto", disse durante la sua presentazione), Radja Nainggolan sarà però costretto a ridiscutere il suo accordo alla fine di questa stagione: "Per adesso siamo soddisfatti entrambi: lui è contento di essere tornato a Cagliari e noi siamo contenti delle sue prestazioni – ha dichiarato nei giorni scorsi il presidente Giulini – È un leader determinante per le giocate e per come trascina la squadra".

Le possibili strategie del Cagliari

"Il suo futuro? Adesso non ci stiamo pensando, poi a marzo-aprile sarà il momento per iniziare a chiacchierare. Anche se poi c’è poco da chiacchierare: è un giocatore dell’Inter, di grande valore e che si sta rilanciando bene. Purtroppo credo che stiamo facendo soprattutto un favore all’Inter. Un’operazione per la prossima stagione la vedo molto difficile, indipendentemente da tutto". Le parole del patron rossoblu, rilasciate qualche tempo fa a Radio Rai, aprono dunque le porte ad un possibile ritorno del ‘Ninja' a Milano, anche se in realtà il club sardo farà di tutto per trattenerlo sull'isola.

I costi dell'operazione Nainggolan

Complice lo scarso interesse nerazzurro di rivedere il centrocampista alla Pinetina, e tutto sommato il poco mercato intorno al nome del giocatore, un rinnovo con il Cagliari non è a questo punto da scartare. Il fattore economico sarà ovviamente determinante e non solo per quanto riguarda l'ingaggio di 4,5 milioni di euro netti a stagione, cha attualmente è condiviso dai due club. Il cartellino del belga vale infatti 20 milioni: un prezzo che Inter e Cagliari potrebbero trattare nella prossima estate, quando Marotta dovrà contattare Giulini per l'obbligo di riscatto di Barella.