Non è stata una partita semplice dal punto di vista dell'ordine pubblico. Cagliari-Juventus è stata una gara dai mille risvolti extracalcistici che tanto stanno facendo parlare in queste ore. Dagli ululati contro Moise Kean, Alex Sandro e Matiuidi al lancio di fumogeni  fino alla lite tra tifosi. Di questo si sta occupando anche la Digos per prendere immediati provvedimenti al riguardo.

E' la Digos della Questura di Cagliari a essere più impegnata di tutte: su un fronte anti razzismo, per gli ululati a sfondo razzista contro Kean, ma anche su quanto avvenuto in tribuna, sul lancio di fumogeni prima del match e su due episodi registrati in città che vedono protagonisti alcuni tifosi di entrambe le squadre venuti a contatto.

Gli insulti a Kean

Sul fronte dei ‘buuu' e fischi all'indirizzo dell'attaccante della Juventus, Moise Kean in occasione dell'esultanza per il secondo gol  juventino, la Questura sta visionando e ascoltando tutti i filmati delle telecamere dello stadio, ma anche quelle delle televisioni, per verificare cosa sia realmente accaduto. L'obiettivo finale è accertare se gli insulti siano avvenuti anche prima del goal di Kean.

La zuffa in tribuna

Poi ci sono ulteriori verifiche in corso sulla lite tra un tifoso della Juve e uno rossoblù avvenuto in tribuna centrale, proprio dopo la seconda marcatura dei bianconeri. Nulla di grave dicono in Questura che ha già escluso un contatto fisico tra i due, ma la Polizia intende verificare ogni cosa. Così come gli accertamenti atti ad individuare chi ha lanciato i fumogeni prima del match.

Gli scontri fuori dallo stadio

Infine esami sono in corso anche per identificare i tifosi che prima della partita, in via Roma, hanno cercato di andare allo scontro con alcuni tifosi bianconeri che si trovavano in un bar, ma anche per capire le dinamiche di un altro agguato nella stessa zona dopo il match per cercare di intercettare la tifoseria avversaria.