Quando il calcio incrocia la politica spesso fa scaturire polemica e di nuovo è scoppiata la bufera social per un post pubblicato dal giocatore turco della Roma, Under sui suoi account. Cengiz Under ha infatti pubblicato una sua foto con la maglia giallorossa mentre esulta dopo un gol della scorsa stagione facendo il saluto militare, postando poi la figurina della bandiera turca.

Poco o nulla dunque, riguardante il mondo del calcio e i colori giallorossi che sono apparsi quasi un veicolo, un mezzo attraverso il quale ricevere ancor più visibilità e per questo, Under è stato ferocemente criticato via internet per aver mischiato credi politici con la maglia della società capitolina.

Il messaggio pubblicato è forte e chiaro da parte del ventiduenne che si è schierato a favore dell’invasione del nord della Siria da parte della Turchia, il suo Paese. Un'offensiva militare atta ad annientare il popolo curdo e creare un "cuscinetto" nel nordest della Siria, per allontanare dal confine con la Turchia le milizie dell'Ypg, le unità combattenti di protezione popolare curde considerata dal governo turco un gruppo terroristico.

Le critiche a UInder

A criticare Under non sono stati solamente utenti che politicamente possono pensarla diversamente dal giocatore ma anche alcuni stessi tifosi giallorossi indignati dall'aver coinvolto il proprio club in argomentazioni che nulla hanno a che vedere con il mondo del calcio: "Vergognati, mentre fai lo splendido sui social ci sono donne e bambini che muoiono. Facci vedere quanto sei maschio, vai tu in Siria. Roma, fategli cancellare il post!". Nel post Under indossa la maglia della Roma ma molti non ci stanno e criticano la scelta del giocatore: "Con questo post non rappresenti il club, quindi per scrivere di politica devi farlo senza mettere in mezzo la Roma! Togliti quella maglia, non la meriti".

L'esempio del St. Pauli e le accuse alla Roma

Poi i messaggi sisono spostati prendendo di mira la Roma: "Non pensate sia arrivato il momento di limitare i profili social dei propri calciatori? Non è più accettabile una cosa del genere".  "Spero che la Roma prenda seri provvedimenti", "Belle bravata, complimenti Under". AL momento, però ilclub non ha pubblicato commenti in merito, contrariamente quanto accaduto in Bundesliga dove il St Pauli si era dissociato su un post di un suo giocatore (turco) sull'argomento Siria definendo il contenuto "non consono ai valori del club".