Al Rigamonti di Brescia, l'arbitro Valeri dirige una gara tranquilla che si è incanalata sui binari dell'agonismo e della correttezza in campo. Alla fine ha vinto il Milan, grazie al gol di Rebic in una classica azione di rimessa, nella ripresa. Due gol annullati, uno per parte, entrambi per fuorigioco e una sola sbavatura: la mancata ammonizione di Kjaer nel primo tempo (con l'ex atalantino già ammonito e quindi meritevole del ‘rosso').

Fallo di Kjaer, manca il giallo: sarebbe stata espulsione

Al 30′ manca un ‘giallo' a Kjaer che a centrocampo si fa superare in velocità dall'ottimo Torregrossa, compiendo un fallo tattico che meritava da regolamento l'ammonizione. Essendo già stato ammonito dopo soli 2 minuti di gioco, l'ex Atalanta avrebbe così ricevuto il ‘rosso' e avrebbe lasciato il Milan in dieci contro 11. Ma l'arbitro Valeri non ha sanzionato il difensore rossonero.

Torregrossa in offside: giusto annullare la rete del Brescia

Al 53′ altro episodio particolare della partita con il Brescia che va in gol. Sandro Tonali si libera sulla trequarti e prova il tiro dalla distanza: la palla attraversa l'area rossonera e viene intercettata da Torregrossa che con una zampata beffa Donnarumma infilando il pallone a fil di palo. Il Rigamonti esulta ma il giocatore del Brescia è in chiara posizione di offside, correttamente evidenziata dal guardalinee e per Valeri non c'è bisogno nemmeno del VAR.

Gol annullato a Castillejo: corretto il fuorigioco di Ibra

All'82' è il Milan a vedersi annullato un gol: Castillejo segna il 2-0 ma per Valeri è da annullare. Al momento dell'ultimo passaggio per lo spagnolo, infatti, il tocco di tacco di Ibrahimovic in area di rigore del Brescia è stato effettuato al di là della linea dei difensori. Ottimo gesto tecnico dello svedese ma offside evidente. Anche in questo caso, una chiamata corretta da parte del direttore di gara che non si avvale dell'ausilio della moviola a bordo campo.