Di venerdì si apre la ventunesima giornata di Serie A. Il Brescia, privo dello squalificato Balotelli, affronterà il Milan, reduce da tre vittorie consecutive, tra campionato e Coppa Italia. L’effetto Ibra si è sentito eccome. Pioli ovviamente al centro dell’attacco schiererà Zlatan Ibrahimovic che giocherà nello stadio in cui ha esordito in Serie A nel 2004.

Brescia-Juventus 0-3 del 2004

Era il 12 settembre del 2004 quando al ‘Rigamonti’ di Brescia si presentò la Juventus, che per la prima volta in panchina in una gara ufficiale aveva Fabio Capello. Nel primo tempo segnarono Nedved e Trezeguet, partner di Del Piero in attacco. Il francese rimase negli spogliatoi nell’intervallo, al suo posto entrò Zlatan Ibrahimovic che esordì in Serie A e con un calcio di punizione fenomenale realizzò il gol del 3-0 al 69’. Gol all’esordio, un classico per lo svedese che si presentò a modo suo e segnò il primo dei 123 gol in Serie A.

Ibra titolare in Brescia-Milan

L’attaccante classe 1981 non è un sentimentale, ma ricorda bene il suo percorso e sa benissimo che quello di Brescia non è uno stadio come tutti gli altri. La squadra di Corini è avvisata, perché Ibra vuole continuare a vincere con il Milan e senza dubbio vorrebbe anche fare gol, se ci riuscirà farà il bis dopo quello di Cagliari e tornerà a segnare nello stadio in cui lo ha fatto nel 2004. Non sarebbe un record ma senz’altro ai suoi primati Ibrahimovic metterebbe anche l’aver segnato nello stesso stadio dopo oltre quindici anni. Naturalmente Brescia permettendo.

Brescia-Milan è l’anticipo del venerdì

Una partita fondamentale per entrambe le squadre. Il Milan grazie alle ultime vittorie si è rilanciato, vede la zona europea e pensa in grande, ma il Brescia ha più bisogno di punti, perché è, nonostante il bel gioco, tra le ultime tre e deve rilanciarsi perché davanti ci sono squadre che possono già scappare e mettersi in salvo.