La sconfitta con i rivali argentini, seppur arrivata in occasione di un'amichevole, non è stata presa bene dai tifosi brasiliani. Nelle ultime ore, a parlare della battuta d'arresto della Selecao, è "sceso in campo" anche un grande ed indimenticato idolo della torcida brasiliana: Rivaldo. L'ex attaccante di Barcellona e Milan, che con il Brasile ha vinto la Coppa del Mondo nel 2002, ha avuto da dire proprio sulla scelta del commissario tecnico verdeoro Tite di dare l'opportunità al milanista Paquetà di giocare con il 10 sulle spalle: numero lasciato momentaneamente libero dall'infortunato Neymar.

"Ho visto la partita tra Brasile e Argentina ed è stato molto triste vedere cosa è successo con la maglia numero 10 – ha scritto Rivaldo sul suo profilo Instagram – Hanno dato la maglia numero 10 a Paquetá. La 10 del Brasile è una maglia rispettata in tutto il mondo, non è pensata per restare in panchina né tanto meno per uscire all'intervallo, perché è la maglia che tutto il mondo conosce".

Assisti o jogo entre Brasil 🇧🇷 x Argentina 🇦🇷 e fiquei muito triste de ver o que aconteceu com a camisa 10. Deram a camisa 10 para o Paquetá contra a Argentina. Camisa que é respeitada mundialmente. Esta camisa não é para ficar no banco e muito menos sair no intervalo, porque é a camisa que o mundo conhece e respeita porque foi usada e honrada por Pelé, Rivelino, Zico, Rivaldo, Kaká, Ronaldinho, Neymar. O jogador não tem culpa, mas a comissão técnica sim, pois eles sabem do peso desta camisa e também que poderia queimar o garoto de 22 anos que pode ter um grande futuro com a seleção brasileira. Da mesma forma que o treinador quis proteger o Rodrygo, que está jogando muito bem no Real Madrid, para esse jogo, poderia ter protegido o Paquetá de jogar com essa camisa. Todos nós sabemos que Brasil 🇧🇷 e Argentina 🇦🇷 nunca será um jogo amistoso.

A post shared by Rivaldo Ferreira (@rivaldo) on

Il fastidio di Rivaldo

In attesa di vederla tornare sulle spalle del suo abituale proprietario, Rivaldo ha continuato attaccando il commissario tecnico: "La 10 è una maglia che è stata indossata e onorata da Pelé, Rivelino, Zico, Rivaldo, Kaka, Ronaldinho, Neymar – ha continuato l'ex Pallone d'Oro 1999 – Non bisogna prendersela con Paquetà, ma con lo staff tecnico, con chi ha preso la decisione, perché conoscono il peso di questa maglia e ora rischiano di bruciare un ragazzo di ventidue anni che può avere un grande futuro con la nazionale brasiliana. Il ct sta facendo bene a proteggere Rodrygo, che sta facendo molto bene al Real Madrid, e per questa partita avrebbe potuto proteggere anche Paquetà evitandogli di indossare la 10, sappiamo tutti che tra Brasile e Argentina non potrà mai esserci una partita amichevole".

La risposta del commissario tecnico Tite

Nonostante le critiche ricevute, il selezionatore brasiliano ha invece ‘protetto' la sua scelta e il giocatore rossonero. Nel corso della sua conferenza stampa, Tite ha infatti risposto a Rivaldo lanciando un salvagente al giovane centrocampista ex Flamengo: "Bisogna stare tranquilli con Paquetà, avendo sbagliato i primi due passaggi ha perso un po' di fiducia – ha spiegato il commissario tecnico della Selecao – Ci vuole calma, Paquetà è un grande giocatore e lo dimostrerà crescendo nel Milan".