Il Sarrismo nella sua espressione migliore non si è ancora visto e c’è chi sostiene che la Juve di oggi, quella guidata da Sarri, non si discosta troppo da quella di Allegri. Ma Leonardo Bonucci, uno dei senatori che ha raccolto la fascia di capitano dopo il ko di Chiellini, durante uno workshop organizzato da Randstad all’Allianz Stadium ha detto che con l’ex tecnico di Chelsea e Napoli in realtà sonno cambiate molte cose:

L'arrivo di Sarri è stato un cambiamento totale rispetto al modo di giocare che avevamo prima. Un cambiamento che devi capire, devi applicarti, azzerando il passato.

Bonucci: “Un errore essere andato al Milan”

Nell’estate del 2017 il centrale juventino lasciò i colori bianconeri e passò al Milan, un anno dopo fece il percorso inverso. A conti fatti Bonucci ha detto che alcune scelte non le rifarebbe e ha alluso, pur senza dirlo, al trasferimento ai rossoneri:

Quello è stato un cambiamento che mi ha portato a ragionare in maniera diversa. Io ora comincio ad andare dalla parte dei vecchi, se penso al Leonardo di due o tre anni fa, non rifarei alcune scelte. I giovani quindi devono accettare i consigli dei vecchi e i vecchi devono, tra virgolette, rubare l'entusiasmo dei giovani. Mi sono accorto che il tempo passava perché tanti compagni hanno smesso, adesso arrivano in rosa i nati nel 2000, nel '99: poi e' arrivato Gigi, e adesso mi sento più giovane.

Con Sarri, ecco cosa è cambiato alla Juve

Il trentaduenne difensore ha espresso un concetto molto chiaro e ha dichiarato che la squadra ha accettato le novità e ha abbandonato la comfort zone. In poche parole tutta la squadra ha capito che la vittoria si può raggiungere anche in modo diverso rispetto a prima:

Prima di fare tutto questo devi accettare il cambiamento. Non bisogna avere la presunzione di pensare che quello che facevi prima era giusto. Non puoi pensare di essere sempre nel giusto e quello che hai fatto, la tua comfort zone, ti porti al risultato. Si può raggiungere anche attraverso altre strade.