Si tratta di un derby, regionale ma andato in scena in tutte le categorie del calcio professionistico italiano. Bologna-Spal è una sfida che ha sempre destato interesse dei tifosi, chiaramente, e degli addetti ai lavori e lo scorso anno è diventato maggiorenne per la Serie A: il bilancio totale sorride alla squadra rossoblù, avanti per numero di successi (14-7) e goal segnati (41-26) rispetto ai ferraresi, ma, spulciando le statistiche, quello che salta subito all’occhio sono i soli due pareggi. Il primo, andò in scena nel 1951-1952, quando la gara terminò col punteggio di 1-1 (Cervellati per il Bologna, Fontanesi per la Spal); mentre il secondo risale alla stagione 1955-1956: la sfida del Dall’Ara terminò 2-2 in virtù delle reti di Di Giacomo e Macor per i calciatori biancazzurri e della  doppietta di Pivatelli per i felsinei. Era il 18 marzo 1956 e da allora si sono susseguiti otto successi dei padroni di casa e cinque successi della Spal.

Un anno fa: Kurtic fa esultare la Spal al Dall'Ara

La scorsa stagione il derby emiliano cadde alla prima giornata di campionato e si imposero gli ospiti grazie a una bellissima rete firmata da Jasmin Kurtic. Il centrocampista sloveno si è ripetuto anche nella gara di ritorno e così il Bologna è diventato l’obiettivo preferito del calciatore di Lubiana in Serie A (due con la SPAL, una con l'Atalanta): a nessuna squadra ha realizzato più goal nel massimo campionato. Proprio come lo scorso anno, il derby emiliano arriva nelle prime giornate e avrà il uso peso specifico perché dopo ci sarà lo stop per le gare della Nazionale e un risultato negativo potrebbe non essere il massimo per entrambe, visto quanto accaduto nella gara d'esordio (Bologna pari a Verona e Spal sconfitta in casa dall'Atalanta).