La traversa di Santander al 94° e il tocco di braccio al 91° di Matthijs de Ligt sono le ultime istantanee di Juventus-Bologna e lasciano l'amaro in bocca ai rossoblù che a Torino – contro un avversario più forte sulla carta – hanno tenuto botta e sfiorato il pareggio grazie a una prestazione coraggiosa. Mihajlovic, che aveva seguito la squadra per tutta la settimana nel percorso di preparazione, è in campo come promesso e i calciatori danno l'anima per lui. Peccato essere tornati a casa battuti, più ancora per la sensazione che forse quell'intervento goffo del difensore olandese avrebbe meritato maggiore attenzione e valutazione da parte del direttore di gara.

Perché l'arbitro non ha rivisto l'episodio di de Ligt?

Emilio De Leo, tra i più stretti collaboratore del tecnico serbo, è incaricato di rispondere in tv alle domande dei giornalisti e quando gli chiedono dell'episodio da moviola non alimenta polemiche ma si limita a fare osservazioni legittime.

Mi sembra che il braccio sia eccessivamente largo, indipendentemente dall'intervento scomposto di De Ligt – ha ammesso a DAZN -. L'arbitro avrebbe potuto rivederlo al Var, sarebbe stato un bello spot, anche a tutela della nostra società. Avremmo gradito che il direttore di gara avesse deciso di rivederlo.

I complimenti di Sinisa Mihajlovic alla squadra

De Leo racconta anche cosa ha detto Mihajlovic alla squadra al termine della partita: Sinisa ha fatto di tutto per esserci, mai avrebbe lasciato da sola la squadra in un match così difficile. Ed era lì, seduto in panchina oppure in mezzo al campo a dare indicazioni.

Sinisa ha fatto i complimenti alla squadra perché ha lottato fino all'ultimo – ha aggiunto De Leo -. Ha stretto la mano ai ragazzi perché hanno provato a riprendere la partita ma si è rammaricato perché nei due gol che ha segnato la Juve ci sono stati degli errori commessi da parte nostra. Sono cose che dobbiamo migliorare, facciamo ammenda da quel punto di vista. La squadra è stata in grado di rialzare la testa. Fino all'ultimo minuto, anche per quell'atteggiamento, avrebbe meritato il pareggio.