Il tetto dello stadio del Gent – Fonte: hln.be
in foto: Il tetto dello stadio del Gent – Fonte: hln.be

Con venti fino a 180 chilometri orari, piogge torrenziali e alluvioni, la tempesta ‘Ciara' ha provocato cinque vittime e messo sottosopra l'Europa settentrionale. Ad essere colpita dalla violentissima perturbazione atlantica è stata anche Gent: città belga dove la Roma di Paulo Fonseca dovrà giocare il prossimo 27 febbraio, in occasione del ritorno dei 16esimi di Europa League.

Come testimoniato dai media locali, nella serata di lunedì la tempesta ha infatti staccato alcuni pannelli del tetto della ‘Ghelamco Arena': lo stadio dove solitamente giocano i ‘Bufali' del tecnico danese Jess Thorup. I detriti della copertura dell'impianto sono crollati al suolo (nel parcheggio di un supermercato sottostante) senza fortunatamente provocare nessun ferito e lasciando un buco impressionante nel tetto dello stadio.

Una strage sfiorata

"Circa 300 metri quadrati del tetto sono stati spazzati via – ha affermato Wilfried Gees, direttore della ‘Ghelamco Arena' – Le parti coinvolte si sono staccate e cadute verticalmente lungo la facciata. Non è ancora chiaro quanto tempo ci vorrà per riparare il danno. Fortunatamente il supermercato era chiuso al momento del crollo e non c'erano nemmeno macchine parcheggiate". Nonostante tutto, la società belga non pare preoccupata per un eventuale rinvio di alcune partite: compresa quella di Europa League contro la Roma.

"I lavori di riparazione cominceranno subito, ma non riesco a stimare quanto dureranno – ha aggiunto Wilfried Gees – Forse dovremo sacrificare qualche posto in tribuna, se la ditta appaltatrice vorrà lavorare con un'impalcatura, ma anche questo rimane da vedere".