Nuova tegola per il Barcellona che esce dal Camp Nou con una qualificazione matematica al prossimo turno di Champions League ma che perde Ousmane Dembelè per un brutto infortunio. La partita contro il Borussia Dortmund per l'attaccante azulgrana è durata solo l'arco di 25 minuti, ma il suo recupero sarà molto più lungo visto che si parla addirittura di 10 settimane.

Dembelè è uscito immediatamente dal campo, rimpiazzato dal connazionale Griezmann e subito è stato sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una lesione al bicipite femorale destro. Diagnosi che non lascia spazio a particolari speranze di un rientro in tempi brevi: il giocatore resterà fermo ai box per oltre due mesi. L'attaccante francese salterà quindi le sfide di campionato in Liga contro il Real Madrid e l'Atletico, oltre alla partita di Champions contro l'Inter, in programma il 10 dicembre, a San Siro, fondamentale per il proseguo in coppa da parte dei nerazzurri di Conte.

Test medici sui continui infortuni muscolari

Il comunicato ufficiale del Barcellona è arrivato dopo aver effettuato tutti i test per stabilire la reale entità dell'infortunio di Dembelè. Lo staff medico azulgrana si è dato da fare per trovare la causa anche per i così tanti infortuni che in questa stagione l'attaccante ha subito. L'unica certezza è che Dembelè non finirà sotto i ferri: l'operazione è stata scongiurata ma dovrà trascorrere due mesi e mezzo senza giocare. Il rientro, se tutto procederà per il verso giusto, sarà per metà febbraio.

Terzo infortunio della stagione

Questo è il terzo importante infortunio che Dembélé subisce nella stagione in corso. Tutti sono stati di natura muscolare, e complessivamente, è l'ottavo da quando è arrivato al Barça. Una situazione considerata molto particolare dai medici sociali azulgrana perché Dembelè era arrivato in Catalogna totalmente integro: non vi era stato alcun infortunio nel suo trascorso al Rennes e al Borussia Dortmund.