Il Barcellona ha messo da tempo le mani sull’ennesimo titolo nella Liga, la vittoria ottenuta la scorsa settimana contro l’Atletico Madrid ha chiuso in modo definitivo i giochi. E così il tecnico Valverde a cavallo delle due partite dei quarti di Champions con il Manchester United ha fatto rifiatare tantissimi big, ha mandato un campo tanti giocatori giovanissimi e, chissà se in modo voluto, ha schierato il Barcellona più giovane degli ultimi 24 anni.

Il Barcellona che è sceso in campo contro l’Huesca

In casa dell’Huesca il Barcellona si è presentato senza Messi, Suarez, Piqué, Busquets e Rakitic. Servono tutti al meglio nel ritorno con il Manchester United. Valverde ha pure cambiato modulo e ha fatto giocare il Barcellona con il 3-5-2, quasi un’eresia considerati i trascorsi storici di questo club. Dal primo minuto hanno giocato Riqui Puig e Todibo, difensore soffiato a Juventus e Napoli, entrambi diciannovenni. In campo anche Wague (20 anni), Alena e Dembélé (21 anni) e Malcom (22 anni). Sommando l’età dei calciatori in campo e dividendola per undici esce un’età media di 24 anni e 133 giorni. In assoluto questa è stata la formazione titolare più giovane in campo in tutta la Liga 2018-2019. Proprio contro l’Huesca la Real Sociedad giocò con una squadra di un soffio ‘più grande’: 24 anni e 150 giorni.

Da quanto tempo il Barcellona non aveva una squadra così giovane

Contro l’Huesca si è visto così il Barcellona più giovane degli ultimi ventiquattro anni. Nel 1995 in occasione di una partita con il Betis i catalani giocarono con una squadra dall’età media di 23 anni e 179 giorni, e questo primato resta imbattuto. Quel Barcellona vinse 5-1 segnarono Roger, Luis Figo, Celades, Toni Velamazan e Ivan de la Pena, autore di un gol meraviglioso. Giocò anche Juan Carlos Moreno. Il campionato però lo chiuse al terzo posto, tra poche settimane Messi e compagni festeggeranno invece l’ottava Liga degli ultimi undici anni.