Roberto Mancini aveva detto: “Se Balotelli segnerà un gol a partita tornerà in nazionale”. SuperMario è nel mercato di gennaio, con qualche mese di ritardo, è passato al Marsiglia, e grazie al suo innesto il club guidato da Garcia ha cambiato marcia. Balotelli ha segnato 4 gol in 6 partite, un buon bottino che diventa eccellente se si dividono i gol per i minuti giocati, 4 reti in 404 minuti che fanno un gol ogni 67 minuti. Mancini ha visto tutto, ha preso nota e ha pre-convocato l’attaccante ventottenne che potrebbe essere nell’elenco dei convocati per le prime due partite delle Qualificazioni agli Europei.

Balotelli pre-convocato da Mancini

I calciatori che giocano all’estero con leggero anticipo devono essere allertati e per questo a Balotelli è stato comunicato che fa parte del gruppone di calciatori che può essere convocato da Mancini per le partite con la Finlandia, si giocherà a Udine sabato 23 marzo, e con il Liechtenstein, match in programma a Parma martedì 26 marzo.

Balotelli e gli altri numeri 9 dell’Italia

Mancini ha dato molta fiducia a Balotelli e dopo averlo convocato per le sfide della scorsa primavera lo ha richiamato anche per le gare di settembre, il bomber si presentò fuori condizione e con qualche chilo di troppo e faticò contro la Polonia, Adesso Balotelli è in formissima, sta segnando a raffica con il Marsiglia, l’intesa con il campione del mondo Thauvin è splendida e i risultati si vedono. Mancini ritiene che Balotelli sia il miglior centravanti italiano, quando non lo ha utilizzato ha giocato con il falso nueve, ma con due partite da vincere assolutamente un centravanti serve all’Italia. Il c.t. difficilmente punterà su Lasagna e Belotti, rischia l’esclusione anche Cutrone. Come numeri 9 restano, oltre a Balotelli, Pavoletti, Inglese e Ciro Immobile, l’unico tra questi certo della convocazione.