Mario Balotelli sembra a dir poco confuso. Il centravanti italiano, oggi al Nizza, sui social ha dato prima l'addio alla squadra francese, poi si è corretto volendo solamente ringraziare dell'opportunità datagli, che gli ha permesso di ritornare su ottimi livelli di rendimento e in zona goal.

Un cortocircuito di SuperMario che via web ha creato il panico tra i tifosi rossoneri del Nizza e ha aperto improvvisamente dinamiche di mercato con un importante anticipo sull'apertura estiva del mercato. Fatto sta, che subito dopo ha rettificato il tiro sottolineando che il tutto non era un addio ufficiale, ma semplicemente un ringraziamento per due stagioni fantastiche.

"It’s being 2 amazing years thanks to everyone… still 5 games to go 💪🏾. #issanissa🔴⚫️
( is not a bye for now.. you never know the future😊😊 I only wanted to say thanks already now)", ovvero "Sono stati due anni fantastici, grazie a tutti, ancora 5 partite prima di andare… (non è un addio per adesso… non siam ai cosa ti riservi il futuro.. ho solo voluto dire grazie a tutti per adesso".

Questo il messaggio a corollario di un video che riassume l'esperienza in Ligue1 di Balotelli con tutti i suoi principali gol con la maglia del Nizza. Non è un mistero che la voglia di ritornare in Italia sia altissima e nemmeno che diversi club italiani lo abbiano ricercato per ingaggiarlo.

Il problema sono le aspettative sul giocatore, la preoccupazione sulla sua definitiva maturità e tenuta psicologica ancor prima che atletica e tecnica. Il suo procuratore, Mino Raiola, è famoso per approfittare delle situazioni, riuscendo a gestire n uovi contratti e ingaggi per i propri assistiti non appena se ne palesi l'opportunità.

A post shared by Mario Balotelli🇮🇹🗿👪 (@mb459) on

Per Balotelli il discorso non cambia: Raiola sa di avere in mano un attaccante in buone condizioni e reduce da una stagione più che positiva. La prossima estate sicuramente sarà al centro di numerose trattative. Già la scorsa stagione doveva lasciare Nizza, prima di firmare per un altro anno ancora. Adesso però, sembra che l'ora di partire sia arrivata.