C’erano pochi dubbi sulle qualità di Emil Audero, un autentico predestinato che ha iniziato benissimo la sua prima stagione in Serie A. Il portiere italo-indonesiano è cresciuto nella Juventus, la Sampdoria lo ha acquistato, ma i bianconeri hanno mantenuto il diritto di ‘recompra’ e stanno già pensando al futuro del ventunenne numero uno dei blucerchiati che nel giro di due anni potrebbe vestire nuovamente la maglia dei Campioni d’Italia.

Audero, il portiere meno battuto della Serie A

Una grande avventura vissuta nel settore giovanile della Juventus, poi il passaggio al Venezia, lo scorso anno con Pippo Inzaghi in panchina è stato il miglior numero uno della Serie B. Audero è diventato un uomo mercato, oltre che una certezza per l’Under 21. La Sampdoria ha creduto su di lui e lo ha preso, scelta eccellente sia per i blucerchiati che per Giampaolo, un maestro con i giovani. L’avvio di campionato è stato ottimo: 6 partite giocate e solo 3 gol incassati. Nessuno ha subito meno gol di Audero in Serie A.

La Juve e la recompra di Audero

Il giovane portiere è di proprietà della Sampdoria, ma la Juventus ha il diritto di ‘recompra’ perché crede in lui e lo sta facendo seguire da un osservatore, anche nell’ultima sfida di campionato con il Cagliari. La Juventus non ha molti dubbi e sa di voler riprendere il cartellino del giocatore, che però almeno in questo momento ha la porta sbarrata. Perché la Juve ha comprato Perin la scorsa estate, classe 1992, e ha confermato Szczesny, nato nel 1990, che è stato eletto titolare dopo l’addio di Buffon. Quindi la soluzione più probabile è che Audero torni sotto il controllo effettivo dei bianconeri, ma almeno per un’altra stagione dovrà attendere e continuerà a farsi le ossa e a acquisire esperienza giocando in Serie A, magari sempre per la Sampdoria.