"Il nostro acquisto più importante resta Duvan Zapata". Le parole di Gasperini in conferenza stampa confermano il pieno recupero dell'attaccante colombiano che può tornare in campo in occasione della sfida contro il Parma. È il migliore innesto per i nerazzurri che recuperano il bomber sudamericano dopo quasi 3 mesi dall'infortunio muscolare che lo ha costretto a saltare ben 10 partite. L'ultima giocata risale al 6 ottobre scorso (3-1 inflitto al Lecce) poi il lungo stop che ha smorzato l'entusiasmo. Fino allora, infatti, l'ex punta di Udinese, Napoli e Sampdoria aveva segnato con straordinaria continuità: 6 reti (di cui 2 al Torino) in 7 match di campionato. Quanto è pesata la sua assenza? Lo dice Gasperini.

A gennaio molte squadre cercano soluzioni per rinforzarsi, perché il girone di ritorno è storicamente più difficile – ha ammesso il tecnico in conferenza stampa -. Il nostro acquisto più importante resta Duvan Zapata. La sua guarigione ci dà una spinta in più e magigore forza. La squadra ha dimostrato di essere capace anche di fare fronte ai tanti impegni e alle tante assenze. Magari qualche punto per strada l'abbiamo perso perché non avevamo l'attaccante in più.

Dove può arrivare l'Atalanta: obiettivo Europa

Atalanta al quinto posto a quota 31 punti, -4 dalla Roma che tiene in pugno il piazzamento utile a conquistare l'accesso alla prossima edizione della Champions. In Coppa la squadra di Gasperini c'è già, a febbraio è attesa dal doppio confronto con il Valencia negli ottavi di finale. Fin dove può arrivare?

Non ci poniamo limiti ma il nostro obiettivo è restare in Europa – ha aggiunto l'allenatore -. Ci sono grandi squadre come Napoli, Milan e Torino che possono rientrare in corsa. La competizione è dura anche per i primi sette posti. Tra l’essere dentro ed essere fuori da tutto ballano pochi punti, come s’è visto l’anno scorso.

Kulusevski un ottimo affare per tutti

Da Zapata che è "un ottimo acquisto" a Kulusevski che per la Dea rappresenta un'ottima cessione dal punto di vista economico. Lo svedese – attualmente in prestito al Parma – giocherà nella Juventus a partire dalla prossima stagione: un'operazione che ha portato 35 milioni di euro (più bonus fino a un massimo di 10 milioni) nelle casse degli orobici. Gasperini lo saluta così.

Kulusevski ha raggiunto un valore di mercato molto alto. Dejan è un grandissimo profilo, può diventare un giocatore molto importante per la Juventus e la sua cessione è un bene ovviamente anche per noi, per il futuro della società. È dando continuità ai risultati che si moltiplica il valore dei giocatori.