Dopo l'ottimo pareggio di San Siro contro l'Inter, l'Atalanta sarà impegnata nella sfida di Coppa Italia contro la Fiorentina. La Dea è stata finalista del torneo lo scorso anno e proprio contro i viola staccò il pass per l'ultimo atto, poi perso contro la Lazio. Alla vigilia della gara valida per gli ottavi di finale del "torneo della coccarda", in programma mercoledì alle ore 15:00 allo stadio Artemio Franchi, ha parlato Gian Piero Gasperini ai microfoni di Rai Sport:

Priorità al campionato e alla Champions League, ma anche questa competizione è un obiettivo. Mi attendo una partita equilibrata dobbiamo interpretare bene la gara perché Firenze è sempre un campo difficile. Se la gara con l’Inter ci ha tolto energie nervose? Siamo abbastanza abituati a dover giocare tante partite consecutivamente. È chiaro che la partita con l’Inter è stata per certi aspetti molto bella per noi, e anche gratificante. Però adesso è il momento di guardare avanti e pensare alla Fiorentina.

Gasperini: Caldara è in buona condizione, può giocare

L'allenatore dell'Atalanta si è soffermato sul ritorno di Mattia Caldara in nerazzurro: il difensore ex Juventus e Milan torna a Bergamo per ritrovarsi dopo la tanta sfortuna degli ultimi mesi, tra infortuni e scarso impiego. Gasperini ha parlato così del "figliol prodigo" Caldara:

Siamo molto contenti di questo ritorno. Quando è andato via da Bergamo gli ho detto che prima o poi lui sarebbe tornato. Anche se non mi aspettavo così presto. Perché lui è comunque un prodotto di Bergamo, è qui da sempre e questa è la sua casa. Sicuramente ci sarà molto utile. L’ho visto in buona condizione e quindi ci sta anche che possa giocare o uno spezzone o dall’inizio, vediamo. Però lui è venuto qui per recuperare il tempo perduto in questi ultimi due anni. In difesa stiamo facendo delle buone prestazioni. Ci sono alcuni giocatori che anche l’altra sera sono stati bravissimi. Però siamo un po’ contati e l’arrivo di Caldara ci mette a posto.