Prima la Juventus e poi la prima delle due sfide decisive in Champions League contro la Dinamo Zagabria. L'Atalanta è all'alba di una settimana importante, che si chiuderà sabato 30 novembre con il derby lombardo (da sempre molto sentito dalle due tifoserie) con il Brescia di Mario Balotelli. "La Juventus è una squadra forte, per noi è paragonabile alla sfida con il City e troveremo le stesse difficoltà – ha spiegato Gian Piero Gasperini – Juve più forte senza Cristiano Ronaldo? Magari lo prestano a noi".

L'ambizione della Dea

"Noi rispetto al resto del campionato abbiamo fatto dei passi avanti – ha aggiunto il mister nerazzurro, durante la conferenza andata in scena nella sala stampa del centro sportivo Bortolotti alla vigilia del match – L'Atalanta da qualche anno è da alta classifica, ma non è ancora al livello di Juventus, Inter e Napoli. Abbiamo alzato il livello, ma anche la Juve si è rinforzata. Forse è ancora più forte dell'anno scorso. C'è un po' troppa fiducia e dovremo stare attenti".

Come stanno Zapata e Muriel

Alla vigilia della super sfida del ‘Gewiss Stadium'. Gian Piero Gasperini ha anche parlato della condizione generale della squadra e delle condizioni fisiche di alcuni giocatori: "Abbiamo fatto un buon lavoro con chi è rimasto in queste due settimane. Le nazionali sono un peso per tutti non solo per noi e quando si riparte in campionato c'è sempre incertezza. La squadra sta abbastanza bene, non saranno del match Ilicic e Malinovsky mentre ci sono dubbi su Muriel e Zapata. Duvan ha lavorato bene ma ha ancora qualche timore. Deve essere molto convinto e non deve avere troppi pensieri. Muriel non mi è sembrato in buonissime condizioni. Deve recuperare, non ha giocato molto. Valuteremo nelle prossime ore".