Sbarcato a Bergamo da meno di un mese, per raccogliere l'eredità di chi se n'è andato e guidare la difesa di Gasperini, Martin Skrtel è pronto a rescindere il suo contratto con la Dea. La clamorosa notizia, che non ha ovviamente fatto piacere al tecnico nerazzurro e al popolo della Dea, è stata rilanciata dalla "Gazzetta dello Sport". Alla base della scelta di rescindere con la società di Percassi, secondo il quotidiano rosa, ci sarebbero i problemi fisici del difensore.

Nato 34 anni fa in Slovacchia e dopo aver giocato con squadre come Zenit San Pietroburgo, Liverpool e Fenerbahce, Skrtel avrebbe dovuto portare quell'esperienza necessaria ai nerazzurri per affrontare i prossimi impegni di Champions League. Un obiettivo che è però fallito dopo poche settimane e senza mai metter piede in campo.

Atalanta sul mercato e a caccia di un'alternativa

Nell'ultima stagione giocata in Turchia con la maglia del club di Istanbul, il giocatore ha avuto qualche piccolo problema fisico che lo ha condizionato (nulla a che vedere con quelli con cui ha dovuto fare i conti in Inghilterra), ma nessuno poteva immaginare una condizione fisica così approssimativa e una scelta così drastica.

La notizia non è ancora ufficiale, ma lo diventerà nelle prossime ore dopo la consensuale rottura del rapporto tra giocatore e club. Martin Skrtel non è stato intanto convocato per la gara contro il Torino, e la sua situazione costringerà dunque il club orobico a cercare un sostituto entro queste poche ore di calciomercato che rimangono a disposizione. La missione del direttore sportivo Sartori e degli uomini mercato bergamaschi sarà dunque trovare un rinforzo adeguato per la squadra, magari anche dal mercato degli svincolati qualora non ci fosse il tempo sufficiente per chiudere una trattativa di mercato.