Rafa Benitez gli tese una mano e la fiducia. José Mourinho lo spedì tra le riserve. Nathan Akè, 24 anni, olandese di origini ivoriane (per parte di padre), è ripartito dal Bournemouth lasciando alle spalle il periodo agrodolce vissuto al Chelsea: da giovane dell'anno a ‘scarto' dello Special One, fu davvero dura accettare la bocciatura del manager portoghese ("mi aveva distrutto mentalmente", ha raccontato ai tabloid) ma adesso s'è ripreso un posto sotto i riflettori. Il suo ex allenatore, Michael Krul, lo accostò a Frank Rijkaard definendolo un "leader tranquillo". La somiglianza con Ruud Gullit (non solo per le treccine e l'acconciatura del capelli) lo ha reso più noto così come il modo d'interpretare il ruolo lo ha associato a un altro difensore dalla chioma riccia e fluente, il brasiliano David Luiz.

Caratteristiche tecniche, ruolo e statistiche di Aké

Nathan Aké non è solo un difensore (nel pacchetto arretrato gioca da centrale e può essere schierato anche nel ruolo di terzino sinistro) ma per stazza e qualità tecniche (sa uscire palla al piede, rilanciare l'azione) può agire anche da mediano basso. Dieci presenze con la maglia degli ‘orange': convocato per la gara di qualificazione con la Bielorussia (panchina), l'ultima gara giocata risale a novembre scorso (1-0 contro la Francia in Nations League). Nell'attuale stagione di Premier League ha disputato 31 gare (partendo sempre titolare) e segnato 3 gol (Everton, Manchester United e Watford). Interessante anche qualche altro dato statistico: ha una percentuale di precisione nei passaggi di 85.8%, per una volta è risultato anche ‘man of the match', ha una media di 2.2 duelli aerei vinti a partita.

Quanto costa Aké? Nel mirino di mercato del Napoli

Secondo le ultime notizie che arrivano dall'Inghilterra, il direttore sportivo del Napoli, Cristiano Giuntoli, avrebbe messo gli occhi su Nathan Aké. Ne fanno menzione i tabloid che accostano il nome del difensore olandese a quello di Koulibaly sul quale ha acceso i riflettori il Manchester United. Difficile, però, che gli azzurri si privino del centrale senegalese tant'è che l'interesse per il difensore del Bournemouth viene considerato come rinforzo ulteriore e non alternativa all'ex Genk.

  • Le cifre. Il Bournemouth lo ha rivelato dal Chelsea nel 2017 per circa 23 milioni di euro, oggi ha una quotazione di mercato che arriva a 30 milioni. Aké ha un contratto fino al 2022 e guadagna uno stipendio di 2 milioni e 80 mila sterline (circa 2 milioni e 300 mila in euro).