Lucas Torreira sta diventando uno dei punti di riferimento dell'Arsenal e ieri sera, nell'esordio in Europa League, si è reso protagonista di un episodio alquanto singolare. In occasione del suo esordio contro il Vorskla, vinta dai Gunners per 4-2, il centrocampista uruguaiano, che è arrivato in estate dalla Sampdoria per 30 milioni di euro, non ha realizzato una rete o un assist ma di un tackle molto particolare: l'ex doriano dopo aver perso la palla e, essendo in caduta, ha provato a recuperarla con la testa. Ebbene sì, Torreira si è opposto alla ripartenza di Kulach direttamente con la testa e ha tentato un intervento "disperato" proprio nei pressi della zona centrale del campo.

Lucas si era reso protagonista di un episodio del genere già durante i Mondiali in Russia contro Cristiano Ronaldo e ci ha riprovato giovedì sera in Europa League ma stavolta a differenza dell'intervento contro il Portogallo, Torreira non è riuscito "a prendere" l'avversario e gli è stato fischiato anche un fallo di Elneny, che aveva provato a chiudere l'avversario dalla parte opposta.

Torreira è uno degli uomini nuovi di questo Arsenal ma Unai Emery lo ha inserito gara dopo gara e l'ha elogiato dopo la sfida contro il Vorskla: "Lucas sta facendo progressi e si vede. Ha giocato con passione e voglia in ogni singolo minuto, ha fatto davvero bene".

L’agente: Lucas al Napoli se Ancelotti fosse arrivato prima…

L'uruguaiano ha lasciato la Sampdoria per i Gunners, ma l’agente del giocatore, Pablo Betancourt, intervenuto ai microfoni di Radio Crc, ha svelato che se Carlo Ancelotti fosse arrivato prima sulla panchina azzurra sarebbe stato tutto diverso:

Purtroppo quando Ancelotti è arrivato sulla panchina del Napoli la trattativa con l’Arsenal era già stata avviata. Se il mister fosse arrivato prima Lucas avrebbe accettato di venire al Napoli, anche se c’era distanza nei dialoghi con la società. Comunque adesso è contento a Londra.