Dopo diciannove anni l’Arsenal giocherà la finale dell’Europa League, e dopo tredici la finale di una competizione europea. I Gunners dopo aver battuto in casa nella semifinale d’andata per 3-1 il Valencia hanno vinto 4-2 in Spagna, doppietta di Aubameyang e gol di Lacazette.

Gameiro e Aubameyang

Una novità per squadra. Marcelino preferisce Gameiro a Santi Mina, mentre nel 3-4-1-2 di Emery c’è Ozil trequartista. Gli spagnoli partono fortissimo, alla ricerca del gol che riapre la contesa. I ‘Pipistrelli’ il gol lo trovano presto, all’11’ con una zampata di Gameiro esplode il Mestalla.

 

Nei cinque minuti successivi il Valencia ha altre due occasioni nitide, nella prima è proprio l’attaccante francese a respingere una conclusione di un compagno di squadra, poi ci prova Rodrigo, pallone di pochissimo fuori. L’Arsenal improvvisamente trova il pareggio e in modo incredibile. Cech rinvia, Lacazette allunga, i centrali del Valencia dormono, Aubameyang con un tiro meraviglioso fa 1-1. Il gol dei londinesi è un duro colpo per il Valencia che ci mette un po’ per riprendersi, non riesce a recuperare la brillantezza dell’avvio ma comunque sfiora il nuovo vantaggio con una punizione di Parejo, fuori di un soffio. All’intervallo è 1-1, un risultato eccezionale per i Gunners.

Arsenal finale storica nel segno di Lacazette e Aubameyang

Il Valencia ritorna in campo con gli stessi giocatori, la ‘testa’ non è quella giusta e l’Arsenal subito chiude i conti con un bel gol di Lacazette che sfrutta le maglie larghissime della difesa spagnola e con un destro angolato batte Neto, 2-1.

Gioco, partita, incontro. Il Valencia con la qualificazione ampiamente compromessa, trova il pari, il marcatore è ancora Gameiro. Ma l’Arsenal è molto più forte e quando trova gli spazi giusti è letale, Aubameyang segna ancora e festeggia la doppietta con una capriola e nel finale il gabonese segna ancora, tripletta e 4-2. L’Arsenal a Baku si giocherà la vittoria dell’Europa League e anche il posto in Champions.