I Gunners hanno esonerato Unai Emery, che chiude la sua esperienza da tecnico dell'Arsenal dopo meno di diciotto mesi scanditi da una sostanziale insoddisfazione nei confronti del gioco e dei risultati della squadra. La situazione è precipitata in queste settimane. Il ko interno per 2-1 contro l'Eintracht è stata la più classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Le ultime sette negativissime partite (è il peggior dato dei londinesi negli ultimi 27 anni) e le feroci critiche dei tifosi e soprattutto dei calciatori – si parla di una forte spaccatura all'interno dello spogliatoio contro l'allenatore spagnolo – hanno portato alla decisione della società. Si chiude così, nel peggiore dei modi, l'avventura dell'allenatore che aveva raccolto il testimone da Arsene Wenger.

La decisione – si legge nella nota – è stata presa a causa dei risultati e delle prestazioni che non sono state all’altezza delle aspettative.

Freddie Ljungberg ad interim. Chi prenderà il posto dell'ex tecnico? I media inglesi sono convinti che il successore ci sia già. E che l'Arsenal lo abbia in casa… Si tratta del vice attuale, Freddie Ljungberg. Ci sarà lui sulla panchina dei Gunners a partire dal prossimo incontro di campionato? Il Norwich è il primo impegno in calendario.

La situazione in cui si trova l'Arsenal. I Gunners sono molto in ritardo nella classifica di Premier e fuori dalla corsa per la Champions in campionato (ottavo posto a -8 dal Chelsea che è quarto e addirittura a -19 dal Liverpool che domina il torneo). A complicare ulteriormente la posizione di Emery è stato anche il cammino difficile in Coppa al punto che dopo l'ultimo turno la qualificazione ai sedicesimi di Europa League ancora incerta quando manca una partita alla fine della fase a gironi. Anche in quel caso la vittoria che manca da più di un mese.

Nuno Espirito Santo favorito per la panchina dell'Arsenal. È questo il nome del candidato numero uno, attuale guida tecnica del Wolverhampton. Con un accordo tra società e un'offerta giusta il tecnico potrebbe cambiare panchina in corsa. Non è una cosa impossibile considerato che una eventualità del genere è permessa dal regolamento della Premier. Un'altra possibilità fa riferimento a Mikel Arteta che è uno dei collaboratori nello staff di Guardiola al Manchester City. Ex calciatore pure lui, il club lo aveva già contattato in passato prima di puntare tutto su Emery.