L’Armenia continua a sognare la qualificazione a Euro 2020 grazie al poker rifilato alla Bosnia. In questo match, che ha condannato i balcanici al playoff, ha fatto festa la Roma. Perché hanno segnato Mkhitaryan, autore di una doppietta, e Edin Dzeko, che ha aumentato il suo bottino con la nazionale. Su sei gol complessivi tre sono stati realizzati da giocatori giallorossi.

Armenia-Bosnia 4-2

Pronti, via e dopo tre minuti c’è il gol di Mkhitaryan, la stella assoluta dell’Armenia. La Bosnia c’è e trova il pari al 13’ con Dzeko, all’intervallo è 1-1, con due gol giallorossi. La ripresa è scoppiettante, quattro gol negli ultimi venticinque minuti. Le danze le riapre Mkhitaryan, 2-1. La Bosnia trova nuovamente il gol del pari con Gojak. L’armeno della Roma con un assist innesca il 3-2, che realizza Hambardzumyan. Nel finale l’autorete di Loncar che fissa il punteggio sul 4-2. L’Armenia sale a quota 9 punti ed è al terzo posto del girone, la Bosnia resta a quota 7.

Doppietta di Mkhitaryan e gol di Dzeko

In questa settimana, in cui i club lasciano spazio alle nazionali, la Roma ha perso per infortunio Cengiz Under, il quarto problema muscolare per un calciatore giallorosso in quest’avvio di stagione (dopo i ko di Perotti, Zappacosta e Spinazzola), arrivano ottime notizie per il club giallorosso. Mkhitaryan ha disputato un match straordinario, due gol e un assist. E l’armeno, salito a 27 gol con la propria nazionale, quand’è in forma è sempre un bel vedere. Fanno festa il d.s. Petrachi, che ha preso il giocatore dall’Arsenal, e soprattutto il tecnico Paulo Fonseca, che ritroverà in squadra uno Dzeko galvanizzato dall’ennesimo gol con la nazionale. Perché il bomber ha realizzato il 58° gol con la Bosnia. Un numero eccezionale, in attività sono pochissimi i calciatori che hanno segnato più di lui in nazionale.