Dopo tre sconfitte consecutive Diego Armando Maradona è riuscito a conseguire la prima vittoria con il Gimnasia y Esgrima La Plata in casa del Godoy Cruz per 4 a 2. A Mendoza è stato rotto il digiuno di vittorie che durava da sette partite, tre delle quali con l'ex Pibe de Oro in panchina e così El Lobo ha abbandonato l'ultimo posto in classifica della SuperLiga. Los triperos si erano portati sul doppio vantaggio grazie alle reti nella prima frazione di di Contin e alla bellissima punizione di Victor Ayala ma nella ripresa il Godoy Cruz si è rifatto sotto e ha trovato il pareggio con la doppietta di Brunetta. Nel finale un altro bellissimo goal da fermo di Ayala e un contropiede concretizzato da Matias Garcia regalano i primi 3 punti dell'era Maradona.

Grandissimo entusiasmo per l'ex selezionatore della nazionale argentina, che è stato accolto a Mendoza dai tifosi rivali come un vero idolo e la coreografia lo dimostra: Maradona, Papa Francesco e Messi nella stessa coreografia con la scritta "Orgullo nacional". Il Godoy Cruz ha chiuso la gara in 9 a causa delle espulsioni per doppia ammonizione di Varela e Jacques: la squadra di Daniel Oldra è rientrata in partita grazie alla doppietta del suo attaccante esterno ma nel finale si è dovuta arrendere al Lobo.

Subito dopo la partita Maradona ha postato sui suoi profili social una foto con tutta la squadra nello spogliatoio dopo la partita con il commento "Continuiamo a lavorare" mentre sui canali del Gimnasia sono stati pubblicati video e foto della festa che si è scatenata nello spogliatoio de los triperos.

Il Napoli festeggia Diego

Anche l'account spagnolo di Twitter del Napoli ha voluto festeggiare il primo trionfo di Maradona come allenatore del Gimnasia con un tweet che riprende la nota canzone di Rodrigo "La Mano De Dios" modificando "y todo el pueblo cantó Maradó, Maradó" in "Y todo el bosque cantò Maradó, Maradó".